1. Al maestro di coro. "Non distruggere". Di Davide. Miktam.

2. Liberami dai miei nemici, o mio Dio, mettimi al sicuro dai miei aggressori.

3. Liberami dagli operatori d'iniquità, mettimi in salvo dagli uomini di sangue.

4. Poiché, ecco, hanno teso insidie all'anima mia, dei potenti contro di me s'avventano. Non c'è in me trasgressione, non c'è peccato alcuno, o Signore;

5. asenza che io abbia alcuna colpa essi accorrono e si appostano.

5. bdéstati, vienimi incontro e vedi:

6. aMa tu, o Signore delle schiere, o Dio, Dio d'Israele,

6. bsorgi e visita tutti i popoli, non aver pietà di chiunque fa il male.

7. Ritornano alla sera, abbaiano come cani e vanno in giro per la città.

8. Ecco, fanno bava dalle loro bocche, hanno spade fra le loro labbra... Poiché chi ascolta?

9. Ma tu, o Signore, ti ridi di loro, ti fai beffe di tutti quanti i popoli.

10. O mia forza, per te io vigilo: sì, o Dio, il mio baluardo sei tu.

11. Venga a me incontro il mio Dio di misericordia, mi faccia gioire Dio su quelli che mi avversano.

12. Non li uccidere, affinché non avvenga che se ne dimentichi il mio popolo; disperdili nella tua forza e umìliali, tu, o Signore, che sei il nostro scudo.

13. Peccato della loro bocca è la parola delle loro labbra; ma resteranno irretiti nel loro orgoglio. A causa della maledizione menzognera che essi proferiscono

14. annientali nel tuo furore, annientali in modo che più non esistano. Sapranno così fino alle estremità della terra che Dio è Signore in Giacobbe.

15. Ritornano a sera, abbaiano come cani e vanno in giro per la città,

16. vanno in cerca di cibo e, se non riescono a saziarsi, passano così la notte.

17. Ma io canterò alla tua forza ed esulterò al mattino per la tua misericordia. Poiché un baluardo sei stato per me e un rifugio, quando ero oppresso dall'angustia.

18. O mia forza, a te io canterò. Sì, o Dio, il mio baluardo sei tu, o mio Dio di misericordia.



Livros sugeridos


“Não queremos aceitar o fato de que o sofrimento é necessário para nossa alma e de que a cruz deve ser o nosso pão cotidiano. Assim como o corpo precisa ser nutrido, também a alma precisa da cruz, dia a dia, para purificá-la e desapegá-la das coisas terrenas. Não queremos entender que Deus não quer e não pode salvar-nos nem santificar-nos sem a cruz. Quanto mais Ele chama uma alma a Si, mais a santifica por meio da cruz.” São Padre Pio de Pietrelcina

Newsletter

Receba as novidades, artigos e noticias deste portal.