1. La sapienza loda se stessa e si vanta in mezzo al suo popolo.

2. Apre la bocca nell'assemblea dell'Altissimo e si vanta dinanzi alla sua corte celeste:

3. "Io sono uscita dalla bocca dell'Altissimo, e come vapore ho ricoperto la terra.

4. Ho abitato nelle altezze del cielo, avevo il trono in una colonna di nubi.

5. Io sola ho fatto il giro del cielo e ho passeggiato nel profondo degli abissi.

6. Sui flutti del mare e su tutta la terra, in ogni popolo e nazione avevo dominio.

7. Ciò nonostante ho cercato un luogo di quiete, qualcuno, nel cui podere sostare.

8. Allora il Creatore di tutto mi diede un comando, il mio Creatore mi ha dato una sede per riposare e mi ha detto: Metti tenda in Giacobbe, sia in Israele la tua eredità.

9. Egli mi ha creato nell'inizio, prima del tempo e non verrò meno, per sempre.

10. Ho officiato davanti a lui, nella tenda sacra, risiedendo in Sion.

11. Nella città che ama, mi ha fatto posare, il mio potere è ora in Gerusalemme.

12. Ho messo radici in un popolo glorioso, ho avuto l'eredità nella porzione del Signore.

13. Son cresciuta alta come cedro del Libano e come cipresso dei monti dell'Ermon.

14. Son cresciuta come una palma d'Engaddi, come un roseto di Gerico, come ulivo che spicca in pianura, mi son fatta alta come platano.

15. Ho diffuso profumo come cinnamòmo, come balsamo aromatico e come mirra, come gàlbano, ònice e storàce, come vapore d'incenso nel santuario.

16. Stendo i miei rami come il terebinto, essi sono rami di gloria e di grazia.

17. Come la vite ho splendidi pampini, i miei fiori portano frutti di gloria e di ricchezza.

18. Venite a me, o voi che mi desiderate, per saziarvi con i miei frutti.

19. Il mio ricordo è più dolce del miele, possedermi val più che favo di miele.

20. Quanti mi mangiano avranno ancora fame, quanti mi bevono avranno ancora sete.

21. Chi mi segue non sarà svergognato, quanti si occupano di me non peccheranno".

22. Tutto ciò è il libro dell'alleanza del Dio altissimo, la legge che ci ha comandato Mosè e forma l'eredità delle adunanze di Giacobbe.

23. Essa trabocca di sapienza come il Pison e come il Tigri nei giorni delle primizie,

24. effonde intelligenza come l'Eufrate e come il Giordano nei giorni di raccolto.

25. Come luce irradia la dottrina, come il Ghicon nei giorni di vendemmia.

26. Il primo uomo non ha finito di conoscerla, né l'ultimo la potrà investigare.

27. Perché i suoi pensieri sono più vasti del mare e il suo consiglio più grande dell'abisso.

28. E io, come un condotto che parte dal fiume e come un canale che giunge nel giardino,

29. mi son detto: "Irrigherò il mio orto, innaffierò la mia aiuola"; ed ecco che il condotto è diventato un fiume e il fiume si è mutato in mare.

30. Farò brillare la dottrina come l'aurora, la farò splendere in plaghe lontane.

31. Effonderò l'insegnamento come profezia, lo trasmetterò alle generazioni future.

32. Vedete che non ho faticato solo per me, ma per tutti quelli che la cercano.



Livros sugeridos


“Resigna-te a ser neste momento uma pequena abelha. E enquanto esperas ser uma grande abelha, ágil, hábil, capaz de fabricar bom mel, humilha-te com muito amor perante Deus e os homens, pois Deus fala aos que se mantêm diante dele humildemente”. São Padre Pio de Pietrelcina

Newsletter

Receba as novidades, artigos e noticias deste portal.