1. Così l'arca di Dio fu introdotta e collocata in mezzo alla tenda che Davide aveva eretto per essa, poi furono offerti olocausti e sacrifici pacifici dinanzi a Dio.

2. Quando Davide ebbe finito di offrire gli olocausti e i sacrifici pacifici, benedisse il popolo nel nome del Signore

3. e distribuì singolarmente a tutti gli Israeliti, uomini e donne, una pagnotta di pane, carne arrostita e una schiacciata di uva passa.

4. Egli stabilì che alcuni leviti stessero davanti all'arca di Dio, come ministri per celebrare, glorificare e lodare il Signore, Dio d'Israele:

5. Asaf, il capo, Zaccaria, il suo secondo, Uzzièl, Semiramot, Iechièl, Mattatia, Eliàb, Benaià, Obed-Edom e Ieièl, che suonavano strumenti musicali, arpe e cetre; Asaf suonava i cembali.

6. I sacerdoti Benaià e Iacaziel suonavano continuamente le trombe davanti all'arca dell'alleanza di Dio.

7. Proprio in quel giorno Davide affidò per la prima volta ad Asaf ed ai suoi fratelli questa lode al Signore:

8. "Celebrate il Signore, invocate il suo nome; fate conoscere tra i popoli le sue gesta!

9. Cantate a lui, inneggiate in suo onore, narrate tutte le sue meraviglie.

10. Gloriatevi nel suo nome santo, si rallegri il cuore di quanti cercano il Signore.

11. Cercate il Signore e la sua potenza, ricercate il suo volto continuamente.

12. Ricordate le meraviglie che egli operò, i prodigi e le sentenze della sua bocca,

13. progenie di Israele, suo servo, figli di Giacobbe, suoi eletti!

14. Egli, il Signore, è il nostro Dio, su tutta la terra sono i suoi giudizi.

15. Ricordatevi sempre della sua alleanza, della parola che ordinò per mille generazioni,

16. dell'alleanza stipulata con Abramo, del suo giuramento fatto ad Isacco,

17. che stabilì per Giacobbe come uno statuto e per Israele come un'alleanza eterna,

18. dicendo: "A te darò il paese di Canaan come porzione della vostra eredità,

19. per quanto siate pochi di numero, pochi e inoltre stranieri nel paese".

20. Passarono da una nazione all'altra e da un regno a un altro popolo.

21. Non permise che alcuno li opprimesse, anzi per causa loro punì dei re:

22. "Non toccate i miei consacrati, e non fate del male ai miei profeti".

23. Canta al Signore, terra intera, annuncia di giorno in giorno la sua salvezza!

24. Proclama fra le nazioni la sua gloria, fra tutti i popoli i suoi prodigi.

25. Sì, il Signore è grande e degnissimo di lode, tremendo sopra tutti gli dèi,

26. poiché tutti gli dèi delle genti sono un nulla, mentre il Signore ha fatto i cieli.

27. Splendore e maestà stanno davanti a lui, potenza e gioia nel suo santuario.

28. Rendete al Signore, o famiglie dei popoli, rendete al Signore gloria e potenza!

29. Rendete al Signore la gloria del suo nome, portate offerte e venite al suo cospetto! Adorate il Signore in ornamenti sacri!

30. Trema davanti a lui, o terra tutta, egli rende stabile il mondo così che non vacilli.

31. Si rallegrino i cieli ed esulti la terra, e dicano fra le nazioni: "Il Signore regna!".

32. Frema il mare e ciò che lo riempie, tripudi la campagna con quanto contiene!

33. Allora giubileranno gli alberi della foresta di fronte al Signore che viene, per giudicare la terra.

34. Celebrate il Signore, perché egli è buono, perché eterna è la sua bontà.

35. Dite: "Salvaci, o Dio della nostra salvezza; raccoglici e liberaci dalle nazioni, perché possiamo celebrare il santo tuo nome, e gloriarci della tua lode.

36. Benedetto il Signore Dio d'Israele di eternità in eternità"". E tutto il popolo disse: "Amen, alleluia".

37. Quindi Davide lasciò lì, davanti all'arca dell'alleanza del Signore, Asaf ed i suoi fratelli, perché officiassero davanti all'arca continuamente secondo il rito quotidiano;

38. lasciò anche Obed-Edom con i suoi fratelli, in numero di sessantotto. Obed-Edom, figlio di Idutun, e Cosà come portieri.

39. Al sacerdote Zadòk insieme ai suoi fratelli sacerdoti affidò il servizio della dimora del Signore che era sull'altura di Gabaon,

40. perché offrissero olocausti al Signore sull'altare degli olocausti, continuamente mattina e sera, secondo quanto è scritto nella legge che il Signore aveva ordinato ad Israele.

41. Con loro erano Eman, Idutun e gli altri eletti che erano stati designati per nome per lodare il Signore, "perché eterna è la sua bontà".

42. Essi avevano trombe e cembali per suonare ed altri strumenti per il canto divino, mentre i figli di Idutun si trovavano alla porta.

43. Infine tutto il popolo fece ritorno nella propria casa; e Davide ritornò per benedire la sua casa.



Livros sugeridos


“Agradeça sempre ao Pai eterno por sua infinita misericórdia”. São Padre Pio de Pietrelcina

Newsletter

Receba as novidades, artigos e noticias deste portal.