1. Al maestro del coro. Maskil. Di Davide.

2. Dopo che l'idumeo Doeg venne da Saul per informarlo e dirgli: «Davide è entrato in casa di Abimelech».

3. Perché ti vanti del male o prepotente nella tua iniquità?

4. Ordisci insidie ogni giorno; la tua lingua è come lama affilata, artefice di inganni.

5. Tu preferisci il male al bene, la menzogna al parlare sincero.

6. Ami ogni parola di rovina, o lingua di impostura.

7. Perciò Dio ti demolirà per sempre, ti spezzerà e ti strapperà dalla tenda e ti sradicherà dalla terra dei viventi.

8. Vedendo, i giusti saran presi da timore e di lui rideranno:

9. «Ecco l'uomo che non ha posto in Dio la sua difesa, ma confidava nella sua grande ricchezza e si faceva forte dei suoi crimini».

10. Io invece come olivo verdeggiante nella casa di Dio. Mi abbandono alla fedeltà di Dio ora e per sempre.

11. Voglio renderti grazie in eterno per quanto hai operato; spero nel tuo nome, perché è buono, davanti ai tuoi fedeli.



Livros sugeridos


“A divina bondade não só não rejeita as almas arrependidas, como também vai em busca das almas teimosas”. São Padre Pio de Pietrelcina

Newsletter

Receba as novidades, artigos e noticias deste portal.