1. Il Signore disse a Mosè:

2. "Parla ai figli d'Israele e di' loro: Quando entrerete nella terra della vostra dimora che io voglio darvi

3. e farete un sacrificio di fuoco al Signore, olocausto o sacrificio, per compiere un voto, o spontaneamente o nelle vostre feste, per fare odore gradevole al Signore, del grosso o piccolo bestiame,

4. chi presenterà, offrirà come suo dono al Signore un'offerta di un decimo di fior di farina intrisa in un quarto di hin di olio,

5. un quarto di hin di vino per la libazione: la aggiungerai all'olocausto e al sacrificio per un agnello.

6. Per un montone farai un'offerta in fior di farina di due decimi, intrisa in un terzo di hin di olio,

7. e offrirai come profumo gradevole al Signore un terzo di hin di vino per la libazione.

8. Se farai un olocausto o un sacrificio di un vitello per compiere un voto o un sacrificio di pace al Signore,

9. offrirai, oltre al vitello, un'offerta di tre decimi di efa di fior di farina, intrisa in un mezzo hin di olio,

10. e offrirai un mezzo hin di vino in libazione: è un sacrificio di fuoco, di profumo gradevole al Signore.

11. Così si farà per un toro o per un montone o per un capo di pecora o capra.

12. Secondo il numero degli animali che offrirete, così farete per ciascun sacrificio.

13. Ogni indigeno farà così quelle cose, quando offrirà un sacrificio di fuoco in profumo gradevole al Signore.

14. Se uno straniero abiterà con voi o chi sarà in mezzo a voi per generazioni farà un sacrificio di fuoco in profumo gradevole al Signore, farà come farete voi.

15. L'assemblea avrà una prescrizione unica per voi e per lo straniero che vi dimora, una prescrizione perenne per le vostre generazioni: come voi, così sarà lo straniero davanti al Signore.

16. Una legge unica e un'unica usanza avrete voi e lo straniero che dimora con voi".

17. Il Signore disse a Mosè:

18. "Parla ai figli d'Israele e di' loro: Quando entrerete nella terra dove io vi conduco,

19. e mangerete il pane della terra, farete un'offerta al Signore.

20. Come primizia della vostra pasta, eleverete secondo il rito una focaccia: la eleverete come si fa per l'elevazione dell'offerta dell'aia.

21. Darete le primizie della vostra pasta al Signore, in offerta per le vostre generazioni.

22. Se inavvertitamente non compirete tutti quei precetti che il Signore ha detto a Mosè,

23. tutto quello che il Signore vi ha ordinato per Mosè dal giorno in cui il Signore vi ha dato i suoi ordini e in seguito, per le vostre generazioni,

24. se inavvertitamente fu commesso da parte della comunità, tutta la comunità farà un olocausto di un torello come profumo gradevole al Signore, con il proprio dono e libazione secondo l'uso, e di un capretto come sacrificio per il peccato.

25. Il sacerdote espierà per tutta la comunità dei figli d'Israele, e sarà loro perdonato, perché era per inavvertenza, ed essi hanno portato come loro offerta un sacrificio di fuoco al Signore e il loro sacrificio per il peccato davanti al Signore per il loro errore.

26. Sarà perdonato a tutta la comunità dei figli d'Israele e allo straniero che dimora in mezzo a loro, perché tutto il popolo fu inavvertitamente in colpa.

27. Se un individuo avrà peccato per inavvertenza, offrirà una capra di un anno come sacrificio per il peccato.

28. Il sacerdote espierà per l'individuo in errore, per il peccato d'inavvertenza davanti al Signore, in modo che si espii per lui e gli sia perdonato.

29. Avrete una legge unica per chi agisce inavvertitamente, indigeno tra i figli d'Israele e straniero che dimora in mezzo a loro.

30. L'individuo che agisce con mano alzata, sia indigeno che straniero, oltraggia il Signore: quell'individuo sarà eliminato dal suo popolo,

31. perché ha disprezzato la parola del Signore e infranto il suo precetto. Quell'individuo sia eliminato: la sua colpa è in lui".

32. Mentre i figli d'Israele erano nel deserto, trovarono un uomo che raccoglieva legna in giorno di sabato.

33. Quelli che lo trovarono a raccogliere legna lo presentarono a Mosè, ad Aronne e a tutta la comunità:

34. lo misero sotto sorveglianza, perché non era stabilito che cosa fargli.

35. Il Signore disse a Mosè: "L'uomo morirà: lo lapiderà tutta la comunità fuori dell'accampamento".

36. E tutta la comunità lo fece uscire fuori dell'accampamento, lo lapidarono e morì, come il Signore aveva ordinato a Mosè.

37. Il Signore disse ancora a Mosè:

38. "Parla ai figli d'Israele e di' loro che si facciano delle frange alle estremità dei loro vestiti nelle loro generazioni e mettano alle frange dell'estremità un filo di porpora.

39. Sarà la vostra frangia: la vedrete e vi ricorderete di tutti i precetti del Signore: li compirete, senza vagare dietro ai vostri cuori e ai vostri occhi, seguendo i quali vi prostituite.

40. Così vi ricorderete e praticherete tutti i miei precetti, e sarete santi per il vostro Dio.

41. Io sono il Signore, vostro Dio, che vi ho fatto uscire dalla terra d'Egitto per essere il vostro Dio. Io, il Signore, sono il vostro Dio".



Livros sugeridos


“A maior caridade é aquela que arranca as pessoas vencidas pelo demônio, a fim de ganhá-las para Cristo. E isso eu faço assiduamente, noite e dia.” São Padre Pio de Pietrelcina

Newsletter

Receba as novidades, artigos e noticias deste portal.