1. Così parla il Signore: "Il cielo è il mio trono, e la terra è lo sgabello dei miei piedi. Quale casa mi costruirete e quale sarà il luogo del mio riposo?

2. Tutte queste cose le ha fatte la mia mano, esse sono mie, oracolo del Signore. Verso chi volgerò lo sguardo? Verso il povero, che ha spirito contrito e che trema alla mia parola.

3. Chi immola un bue, uccide anche un uomo; chi sacrifica un agnello, strozza anche un cane; chi reca un'offerta, offre anche sangue di porco; chi brucia incenso, venera anche l'iniquità. Essi scelgono le loro vie e la loro anima si compiace delle loro abominazioni.

4. Così anch'io sceglierò le loro sventure e farò piombare su di essi ciò che temono, poiché ho chiamato e nessuno rispose, parlai e nessuno ascoltò. Commisero ciò che è male ai miei occhi e scelsero ciò in cui non mi compiaccio".

5. Ascoltate la parola del Signore, voi che tremate alla sua parola! Dissero i vostri fratelli, che vi odiano, che vi respingono a causa del mio nome: "Si mostri il Signore nella sua gloria e possiamo vedere la vostra gioia!". Ma essi saranno confusi.

6. Una voce, un frastuono viene dalla città, una voce viene dal tempio; la voce del Signore, che ripaga i suoi nemici.

7. Prima delle doglie essa ha partorito; prima di essere sorpresa dai dolori si è sgravata di un maschio.

8. Chi ha mai udito una cosa simile? Chi vide cose come queste? E' forse un paese messo al mondo in un sol giorno? E' forse generata una nazione in un istante? Eppure Sion, appena entrata in doglie, partorì i suoi figli.

9. Forse che io, che apro il seno, non farò partorire?, dice il Signore. Forse che io, che faccio generare, chiuderò il seno?, dice il tuo Dio.

10. Rallegratevi con Gerusalemme, esultate per essa, quanti l'amate! Gioite grandemente con essa, voi tutti che siete contristati per essa!

11. Affinché siate allattati e saziati alla mammella delle sue consolazioni, affinché succhiate e vi deliziate al seno della sua gloria.

12. Poiché così parla il Signore: "Ecco, io convoglierò verso di essa la pace a guisa di fiume, come un torrente straripante la gloria delle nazioni. Voi succhierete e sarete portati in braccio, sarete accarezzati sulle ginocchia.

13. Come un figlio che la madre consola, così anch'io vi consolerò; a Gerusalemme sarete consolati.

14. Vedrete e il vostro cuore gioirà, le vostre ossa prenderanno vigore come erba. La mano del Signore si farà conoscere ai suoi servi e la sua ira ai suoi nemici".

15. Sì, ecco il Signore viene col fuoco, i suoi carri sono come un turbine, per riversare con sdegno la sua ira e la sua minaccia con fiamme di fuoco.

16. Sì, il Signore farà giustizia con il fuoco e con la spada su ogni uomo; numerose saranno le vittime del Signore.

17. Quanti si santificano e si purificano, seguendo nei giardini uno che sta nel mezzo, che mangiano carne suina, abominazioni e topi, insieme finiranno, oracolo del Signore,

18. con le loro opere e i loro pensieri. "Io verrò a raccogliere tutte le nazioni e tutte le lingue; essi verranno e vedranno la mia gloria.

19. Darò loro un segno e invierò alcuni dei loro superstiti verso le nazioni: Tarsis, Put, Lud, Mesech, Ros, Tubal, Grecia, verso le isole lontane, che non hanno udito la mia fama e non hanno visto la mia gloria; essi annunceranno la mia gloria tra le nazioni.

20. Ricondurranno tutti i vostri fratelli da tutte le nazioni come offerta al Signore, su cavalli, su carri, su portantine, su muli e dromedari, al mio santo monte di Gerusalemme, dice il Signore, come i figli d'Israele portano l'offerta in vasi puri al tempio del Signore.

21. Anche da essi mi prenderò dei sacerdoti e dei leviti", dice il Signore.

22. "Sì, come i nuovi cieli e la nuova terra, che io farò, sussistono al mio cospetto, oracolo del Signore, così perdurerà la vostra discendenza e il vostro nome.

23. Da novilunio a novilunio e da sabato a sabato ognuno verrà ad adorare davanti a me, dice il Signore.

24. Uscendo vedranno i cadaveri degli uomini che si sono ribellati contro di me; poiché il loro verme non morirà, il loro fuoco non si estinguerà e saranno un orrore per tutti".



Livros sugeridos


“Nunca vá se deitar sem antes examinar a sua consciência sobre o dia que passou. Enderece todos os seus pensamentos a Deus, consagre-lhe todo o seu ser e também todos os seus irmãos. Ofereça à glória de Deus o repouso que você vai iniciar e não esqueça do seu Anjo da Guarda que está sempre com você.” São Padre Pio de Pietrelcina

Newsletter

Receba as novidades, artigos e noticias deste portal.