1. Mi giunse la parola del Signore:

2. "Figlio dell'uomo, rivolgi la faccia a Gog, nel paese di Magog, principe di Ros, Mesech e Tubal, e profetizza contro di lui.

3. Di': Così dice Dio, mio Signore: Eccomi contro di te, Gog, principe di Ros, Mesech e Tubal.

4. Ti trascino via, metterò un morso alle tue mandibole; farò marciare te, tutto il tuo esercito, cavalli e cavalieri vestiti di tutto punto, una moltitudine con scudo, egida, tutti con la spada brandita.

5. La Persia, l'Etiopia e Put sono con essi, con scudi ed elmi.

6. Gomer e tutte le sue schiere; la gente di Togarmà, l'estremo nord e tutte le sue schiere; popoli numerosi sono con te.

7. Forza, fatti forza, tu e tutta la moltitudine radunata attorno a te; sei la loro salvaguardia!

8. Tra molti giorni ci si occuperà di te, negli ultimi anni marcerai contro il paese degli scampati alla spada, radunati da tanti popoli sui monti d'Israele; furono a lungo vittima della spada e ora sono usciti di tra i popoli e abitano tutti al sicuro.

9. Tu salirai, arriverai come una tempesta, sarai come una nube che ricopre la terra, tu e tutte le tue schiere e tanti popoli con te.

10. Così dice il Signore Dio: Allora verranno fuori i tuoi progetti segreti ed escogiterai i tuoi piani cattivi.

11. Dirai: "Voglio salire contro un paese indifeso, voglio andare contro un popolo tranquillo che abita al sicuro" -- abitano senza muro e sbarramenti e senza porte --

12. per depredare, per fare bottino, per portare la tua mano su rovine ora ripopolate e sopra un popolo raccolto di tra le genti, dedito al bestiame e ai propri affari, che abita al centro della terra.

13. Seba, Dedan, i negozianti di Tarsis e tutti i suoi villaggi ti diranno: "Sei venuto per depredare? Hai radunato la tua moltitudine per depredare e portar via argento e oro, per prendere bestiame e averi, per fare gran bottino?".

14. Per questo, figlio dell'uomo, profetizza e di' a Gog: Così dice il Signore Dio: Quando il mio popolo Israele se ne starà al sicuro, tu ti metterai in viaggio,

15. arriverai dal tuo paese, dall'estremo nord, tu e tanti popoli con te, tutti quanti a cavallo, una moltitudine grande, un esercito numeroso.

16. Salirai contro il mio popolo Israele come nube che ricopre la terra; ciò sarà negli ultimi giorni. Ti condurrò nella mia terra perché le genti vedano quanto mi mostrerò santo per mezzo tuo, o Gog, al loro cospetto.

17. Così dice il Signore Dio: Sei tu colui di cui parlai a suo tempo per mezzo dei miei servi, i profeti d'Israele, i quali hanno profetizzato per quei giorni che saresti andato contro di essi?

18. Ebbene, quando Gog verrà contro il paese d'Israele, oracolo di Dio, mio Signore, il furore mi salirà in viso.

19. Nella mia gelosia, nel mio furore ardente giuro: allora ci sarà un grande terremoto nel paese d'Israele.

20. Di fronte a me tremeranno i pesci del mare, gli uccelli del cielo, le bestie della campagna, tutti gli animali striscianti al suolo e tutti gli uomini che sono sulla faccia della terra. I monti crolleranno, cadranno i contrafforti, tutte le mura finiranno per terra.

21. Poi chiamerò su di lui, su tutti i miei monti, la spada, oracolo di Dio, mio Signore, e ci sarà una spada contro l'altra.

22. Lo punirò con peste e sangue; farò cadere torrenti di piogge e grandine, fuoco e zolfo su lui e le sue schiere e tutti quei popoli che sono con lui.

23. Così mi glorificherò, mi dimostrerò santo, mi farò riconoscere agli occhi di molte genti, e riconosceranno che io sono il Signore".



Livros sugeridos


“Reze, reze! Quem muito reza se salva e salva os outros. E qual oração pode ser mais bela e mais aceita a Nossa Senhora do que o Rosario?” São Padre Pio de Pietrelcina

Newsletter

Receba as novidades, artigos e noticias deste portal.