1. Tre giorni dopo ci fu una festa di nozze in Cana di Galilea e c'era là la madre di Gesù.

2. Fu invitato alle nozze anche Gesù con i suoi discepoli.

3. Ed essendo venuto a mancare il vino, la madre di Gesù gli dice: "Non hanno più vino".

4. Le dice Gesù: "Che vuoi da me, o donna? Non è ancora venuta la mia ora".

5. Sua madre dice ai servi: "Fate quello che vi dirà".

6. C'erano là sei giare di pietra per le abluzioni dei Giudei, capaci da due a tre metrète ciascuna.

7. Dice loro Gesù: "Riempite le giare di acqua". Le riempirono fino all'orlo.

8. Dice loro: "Ora attingete e portatene al direttore di mensa". Essi ne portarono.

9. Come il direttore di mensa ebbe gustata l'acqua divenuta vino (egli non sapeva donde veniva, mentre lo sapevano i servi che avevano attinto l'acqua), chiama lo sposo

10. e gli dice: "Tutti presentano dapprima il vino buono e poi, quando si è brilli, quello scadente. Tu hai conservato il vino buono fino ad ora".

11. Questo inizio dei segni fece Gesù in Cana di Galilea e rivelò la sua gloria e i suoi discepoli credettero in lui.

12. Dopo questo fatto, discese a Cafarnao: lui, sua madre, i fratelli e i suoi discepoli, e rimasero là non molti giorni.

13. Era prossima la Pasqua dei Giudei e Gesù salì a Gerusalemme.

14. Trovò nel tempio i venditori di buoi, di pecore e di colombe e i cambiavalute seduti,

15. e fattasi una frusta di funicelle scacciò tutti dal tempio, anche le pecore e i buoi, disseminò il denaro dei cambiavalute, rovesciò i banchi

16. e disse ai venditori di colombe: "Portate via questa roba di qui e non fate della casa del Padre mio una casa di mercato".

17. Si ricordarono i suoi discepoli che sta scritto: Lo zelo della tua casa mi divorerà.

18. Gli risposero allora i Giudei e gli domandarono: "Quale segno ci mostri per agire così?".

19. Gesù replicò loro: "Distruggete questo santuario e in tre giorni lo farò risorgere".

20. Dissero allora i Giudei: "In quarantasei anni fu costruito questo santuario, e tu in tre giorni lo farai risorgere?".

21. Egli però parlava del santuario del suo corpo.

22. Perciò, quando risuscitò dai morti, i suoi discepoli si ricordarono che egli aveva detto questo e credettero alla Scrittura e alle parole che aveva pronunciato Gesù.

23. Mentre egli si trovava a Gerusalemme durante la festività della Pasqua, molti credettero nel suo nome, vedendo i segni che egli faceva.

24. Gesù però diffidava di loro perché conosceva tutti

25. e non aveva bisogno che altri testimoniasse sull'uomo; egli infatti sapeva ciò che vi era nell'uomo.




“A divina bondade não só não rejeita as almas arrependidas, como também vai em busca das almas teimosas”. São Padre Pio de Pietrelcina