Fundar 6096 Resultados para: chi

  • Allora il Signore Dio chiamò l'uomo e gli domandò: "Dove sei?". (Genesi 3, 9)

  • Riprese: "Chi ti ha indicato che eri nudo? Hai dunque mangiato dell'albero del quale ti avevo comandato di non mangiare?". (Genesi 3, 11)

  • Ed io porrò un'ostilità tra te e la donna e tra la tua stirpe e la sua stirpe: essa ti schiaccerà la testa e tu la assalirai al tallone". (Genesi 3, 15)

  • Ecco, tu mi scacci oggi dalla faccia di questo suolo, e lungi dalla tua presenza io mi dovrò nascondere; io sarò ramingo e fuggiasco per la terra, per cui avverrà che chiunque mi troverà m'ucciderà". (Genesi 4, 14)

  • Ma il Signore gli disse: "Non così! Chiunque ucciderà Caino sarà punito sette volte!". E il Signore pose su Caino un segno, cosicché chiunque l'avesse incontrato non l'avrebbe ucciso! (Genesi 4, 15)

  • Or Caino si unì a sua moglie che concepì e partorì Enoch. Egli divenne costruttore di una città, che chiamò Enoch, dal nome del figlio suo. (Genesi 4, 17)

  • Adamo si unì di nuovo a sua moglie, che partorì un figlio e lo chiamò Set, dicendo: "Dio mi ha dato un altro discendente al posto di Abele, poiché Caino l'ha ucciso". (Genesi 4, 25)

  • Anche a Set nacque un figlio, e lo chiamò Enos. Allora si cominciò ad invocare il nome del Signore (Jhwh). (Genesi 4, 26)

  • Maschio e femmina li creò, li benedisse e li denominò "uomo", nel giorno in cui furono creati. (Genesi 5, 2)

  • Quando Adamo ebbe centotrent'anni generò un figlio a sua somiglianza, conforme all'immagine sua, e lo chiamò Set. (Genesi 5, 3)

  • e lo chiamò Noè dicendo: "Costui ci consolerà del nostro lavoro e della sofferenza delle nostre mani, a causa del suolo che il Signore ha maledetto". (Genesi 5, 29)

  • C'erano i giganti sulla terra a quei tempi, e anche dopo, quando i figli di Dio s'accostarono alle figliole dell'uomo e queste partorirono loro dei figli. Sono questi i famosi eroi dell'antichità. (Genesi 6, 4)


“Enquanto estivermos vivos sempre seremos tentados. A vida é uma contínua luta. Se às vezes há uma trégua é para respirarmos um pouco.” São Padre Pio de Pietrelcina