aaaaa

1. Al maestro del coro. Salmo. Di Davide.

2. Beato l'uomo che ha cura del debole, nel giorno della sventura il Signore lo libera.

3. Veglierà su di lui il Signore, lo farà vivere beato sulla terra, non lo abbandonerà alle brame dei nemici.

4. Il Signore lo sosterrà sul letto del dolore; gli darai sollievo nella sua malattia.

5. Io ho detto: «Pietà di me, Signore; risanami, contro di te ho peccato».

6. I nemici mi augurano il male: «Quando morirà e perirà il suo nome?».

7. Chi viene a visitarmi dice il falso, il suo cuore accumula malizia e uscito fuori sparla.

8. Contro di me sussurrano insieme i miei nemici, contro di me pensano il male:

9. «Un morbo maligno su di lui si è abbattuto, da dove si è steso non potrà rialzarsi».

10. Anche l'amico in cui confidavo, anche lui, che mangiava il mio pane, alza contro di me il suo calcagno.

11. Ma tu, Signore, abbi pietà e sollevami, che io li possa ripagare.

12. Da questo saprò che tu mi ami se non trionfa su di me il mio nemico;

13. per la mia integrità tu mi sostieni, mi fai stare alla tua presenza per sempre.

14. Sia benedetto il Signore, Dio d'Israele, da sempre e per sempre. Amen, amen.




“O sábio elogia a mulher forte dizendo: os seu dedos manejaram o fuso. A roca é o alvo dos seus desejos. Fie, portanto, cada dia um pouco. Puxe fio a fio até a execução e, infalivelmente, você chegará ao fim. Mas não tenha pressa, pois senão você poderá misturar o fio com os nós e embaraçar tudo.” São Padre Pio de Pietrelcina