1. Dio dei padri e Signore di misericordia, che con la tua parola hai fatto l'universo

2. e con la tua sapienza hai formato l'uomo, perché domini sulle creature fatte da te,

3. governi il mondo con santità e giustizia ed eserciti il giudizio con animo retto,

4. dammi la sapienza che siede accanto ai tuoi troni, e non mi escludere dal numero dei tuoi servi,

5. perché io sono tuo servo e figlio della tua serva, uomo debole, di breve durata e incapace di comprendere la giustizia e le leggi.

6. Per quanto uno tra i figli degli uomini sia perfetto, se gli manca la sapienza che viene da te, come un nulla sarà considerato.

7. Tu mi hai scelto re del tuo popolo e giudice dei tuoi figli e figlie;

8. mi hai ordinato di edificare un tempio sul tuo santo monte, un altare nella città della tua dimora, immagine della tenda santa che avevi preparato da principio.

9. Con te è la sapienza, che conosce le tue opere, che era presente quando facevi il mondo; essa conosce ciò che è accetto ai tuoi occhi e ciò che è conforme ai tuoi comandamenti.

10. Invia la tua sapienza dai santi cieli, mandala dal trono della tua gloria, perché si affatichi assistendomi e io possa conoscere ciò che ti è accetto.

11. Essa infatti, che tutto conosce e comprende, mi guiderà con saggezza nelle mie azioni e mi custodirà nella sua gloria.

12. Allora ti saranno gradite le mie opere, governerò il tuo popolo rettamente e sarò degno del trono di mio padre.

13. Quale uomo infatti può conoscere il disegno di Dio? o chi può immaginare che cosa vuole il Signore?

14. Timidi sono i ragionamenti dei mortali e incerti i nostri pensieri;

15. perché un corpo corruttibile appesantisce l'anima e la tenda terrena opprime la mente piena di sollecitudini.

16. A stento indoviniamo le cose terrene e con fatica comprendiamo quelle che sono a portata di mano; ma chi potrà scoprire le cose celesti?

17. Chi avrebbe potuto conoscere il tuo consiglio, se tu non avessi dato la sapienza e inviato dall'alto il tuo santo spirito?

18. Così furono raddrizzati i sentieri di chi è sulla terra, gli uomini impararono le cose che ti sono accette e per mezzo della sapienza furono salvati.



Livros sugeridos


“Quando ofendemos a justiça de Deus, apelamos à Sua misericórdia. Mas se ofendemos a Sua misericórdia, a quem podemos apelar? Ofender o Pai que nos ama e insultar quem nos auxilia é um pecado pelo qual seremos severamente julgados.” São Padre Pio de Pietrelcina

Newsletter

Receba as novidades, artigos e noticias deste portal.