1. Questa fu la parte sorteggiata per la tribù di Manasse, che era il primogenito di Giuseppe. A Machir, primogenito di Manasse, padre di Gàlaad, toccò il Gàlaad e il Basan, come conveniva ad un uomo di guerra qual egli era.

2. Ebbero la loro parte gli altri figli di Manasse, secondo le loro famiglie, i figli di Abiezer, i figli di Elek, i figli di Asriel, i figli di Sichem, i figli di Chefer e i figli di Semida. Questi erano i figli maschi di Manasse, figlio di Giuseppe, secondo le loro famiglie.

3. Zelofcad, figlio di Chefer, figlio di Gàlaad, figlio di Machir, figlio di Manasse, non ebbe figli, ma soltanto figlie, che si chiamavano: Macla, Noa, Cogla, Milca e Tirza.

4. Si presentarono al sacerdote Eleazaro e a Giosuè, figlio di Nun, e ai capi, dicendo: "Il Signore ha comandato a Mosè di dare anche a noi una porzione in mezzo ai nostri fratelli". Così fu data loro una porzione in mezzo ai fratelli del loro padre, secondo l'ordine del Signore.

5. Così a Manasse toccarono dieci parti oltre la terra del Gàlaad e del Basan al di là del Giordano;

6. le figlie di Manasse ebbero infatti una eredità in mezzo ai figli di lui; la regione del Gàlaad toccò agli altri figli di Manasse.

7. Il confine di Manasse andava da Aser, Micmetat, che è dinanzi a Sichem e girava a destra verso Iasib, la sorgente di Tappuach.

8. Così la regione di Tappuach apparteneva a Manasse, mentre Tappuach, ai confini di Manasse, apparteneva ai figli di Efraim.

9. Il confine poi scendeva al torrente Kana; a sud del torrente queste città erano di Efraim in mezzo alle città di Manasse; il confine di Manasse passava a nord del torrente e terminava al mare.

10. Il territorio a sud apparteneva ad Efraim, a nord a Manasse, e suo confine era il mare. Erano confinanti con Aser a nord e con Issacar ad est.

11. A Manasse appartenevano in Issacar e in Aser Bet-Sean e le sue dipendenze; Ibleam e le sue dipendenze, gli abitanti di Dor e le sue dipendenze, gli abitanti di En-Dor e le sue dipendenze, gli abitanti di Taanach e le sue dipendenze, gli abitanti di Meghiddo e le città dipendenti, tre contrade.

12. Siccome i figli di Manasse non poterono impossessarsi di queste città, i Cananei continuarono ad abitare in quella regione.

13. Quando i figli d'Israele diventarono potenti, posero in servitù i Cananei, ma non li scacciarono.

14. E i figli di Giuseppe parlarono così a Giosuè: "Perché mi hai dato in eredità una sola porzione, una sola misura, mentre sono un popolo numeroso, poiché il Signore mi ha tanto benedetto?".

15. Giosuè rispose loro: "Se sei un popolo numeroso, sali alla foresta e disbosca ivi per conto tuo nella terra dei Perizziti e dei Refaim, se è troppo angusta per te la montagna di Efraim".

16. Ripresero i figli di Giuseppe: "Non ci basta la montagna; i Cananei che abitano nella pianura, quelli cioè di Bet-Sean e le sue dipendenze e quelli della valle di Izreel, hanno carri di ferro".

17. Rispose Giosuè alla casa di Giuseppe, a Efraim e a Manasse: "Tu sei un popolo forte e hai tanto vigore; non avrai una sola porzione;

18. la montagna infatti sarà tua; essa, è vero, è una foresta, ma tu la disboscherai e sarà tua con i suoi proventi; poiché tu ne scaccerai i Cananei, anche se essi hanno carri di ferro e sono forti".



Livros sugeridos


“De todos os que vierem pedir meu auxílio, nunca perderei nenhum!” São Padre Pio de Pietrelcina

Newsletter

Receba as novidades, artigos e noticias deste portal.