1. Ecco i figli d'Israele secondo il loro numero, i capi dei casati, i capi di migliaia e di centinaia, e i loro ufficiali al servizio del re per tutto ciò che concerne le classi, quella che usciva e l'altra che entrava mese per mese durante tutti i mesi dell'anno. Ogni classe comprendeva ventiquattromila uomini.

2. A capo della prima classe, per il primo mese, c'era Iasobeam, figlio di Zabdiel; la sua divisione contava ventiquattromila uomini.

3. Appartenente ai discendenti di Perez, comandava tutti gli ufficiali dell'esercito per il primo mese.

4. Alla classe del secondo mese presiedeva Dodo di Acoch; la sua divisione aveva ventiquattromila uomini.

5. Capo del terzo gruppo, per il terzo mese, era Benaià, figlio di Ioiadà, sommo sacerdote; la sua classe comprendeva ventiquattromila uomini.

6. Questo Benaià era un prode dei Trenta e aveva il comando dei Trenta e della sua classe. Suo figlio era Ammizabàd.

7. Il quarto capo per il quarto mese era Asaèl, fratello di Ioab, e, dopo di lui, Zebadia, suo figlio; la sua classe era di ventiquattromila uomini.

8. Il quinto per il quinto mese era l'ufficiale Samehut, lo zerachita; la sua classe comprendeva ventiquattromila uomini.

9. Sesto per il sesto mese era Ira, figlio di Ikkes di Tekòa; la sua classe comprendeva ventiquattromila uomini.

10. Settimo per il settimo mese era Chelez, il pelonita, dei discendenti di Efraim; la sua classe contava ventiquattromila uomini.

11. Ottavo per l'ottavo mese era Sibbecài, di Cusa, lo zerachita; la sua classe comprendeva ventiquattromila uomini.

12. Nono per il nono mese era Abièzer, di Anatòt, un beniaminita; la sua classe era di ventiquattromila uomini.

13. Decimo per il decimo mese era Marai, di Netofa, lo zerachita; la sua classe comprendeva ventiquattromila uomini.

14. Undicesimo per l'undicesimo mese era Benaià, di Piraton, dei discendenti di Efraim; la sua classe contava ventiquattromila uomini.

15. Il dodicesimo per il dodicesimo mese era Cheldai, di Netofa, della famiglia di Otniel; la sua classe comprendeva ventiquattromila uomini.

16. Riguardo alle tribù d'Israele: sui Rubeniti presiedeva Eliezer figlio di Zikri; sulla tribù di Simeone, Sefatia figlio di Maaca;

17. su quella di Levi, Casabia figlio di Kemuel; sugli Aronnidi, Zadòk;

18. su quella di Giuda, Eliu, dei fratelli di Davide; su quella di Issacar, Omri figlio di Michele;

19. su quella di Zabulon, Ismaia figlio di Abdia; su quella di Neftali, Ierimot figlio di Azriel;

20. sugli Efraimiti, Osea figlio di Azazia; su metà della tribù di Manasse, Gioele figlio di Pedaia;

21. su metà della tribù di Manasse in Galaad, Iddo figlio di Zaccaria; su quella di Beniamino, Iaasiel figlio di Abner;

22. su quella di Dan, Azarel figlio di Ierocam. Questi furono i capi delle tribù di Israele.

23. Davide non fece il censimento di quelli al di sotto dei vent'anni, perché il Signore aveva promesso di moltiplicare Israele come le stelle del cielo.

24. Ioab, figlio di Zeruià, aveva iniziato il censimento, ma non lo portò a termine; per esso si scatenò l'ira contro Israele e il numero non fu riportato nel libro delle Cronache del re Davide.

25. Ai tesori del re era preposto Azmàvet, figlio di Adiel; ai tesori che erano nella campagna, nelle città, nei villaggi e nelle torri presiedeva Gionata, figlio di Uzzia.

26. Sugli operai agricoli, che coltivavano la campagna, era preposto Ezri, figlio di Chelub.

27. A capo delle vigne c'era Simei di Rama, mentre Zabdai da Sefàn era preposto alle riserve di vino.

28. Agli oliveti e ai sicomori, che erano nella Sefela, era addetto Baal-Canan, di Ghedara; ai depositi di olio Ioas.

29. Sitri, il saronita, era preposto al grosso bestiame che pascolava nella Sefela, mentre Safat, figlio di Adlai, sorvegliava il grosso bestiame delle altre vallate.

30. Ai cammelli era preposto Obil, l'ismaelita; delle asine era responsabile Iechdaia di Meronot.

31. Al bestiame minuto era addetto Iaziu l'agareno. Tutti costoro erano gli amministratori dei beni del re Davide.

32. Gionata, zio di Davide, era consigliere. Uomo intelligente e scriba, egli insieme con Iechiel, figlio di Cacmonì, stava con i figli del re.

33. Achitòfel era consigliere del re; Cusai, l'arkita, era amico del re.

34. Ad Achitòfel successero Ioiadà, figlio di Benaia, ed Ebiatar. Ioab era capo dell'esercito.



Livros sugeridos


“O amor tudo esquece, tudo perdoa, sem reservas.” São Padre Pio de Pietrelcina

Newsletter

Receba as novidades, artigos e noticias deste portal.