1. Quando le mura furono completate e io ebbi restaurate le porte, i portinai, i cantori e i leviti furono stabiliti nei loro uffici.

2. Posi al comando di Gerusalemme mio fratello Canàni e Anania al governo della cittadella, perché egli era un uomo fedele e timorato di Dio più di molti altri.

3. Dissi loro: "Non si aprano le porte di Gerusalemme finché il sole non scotti; e appena il calore si smorza, i battenti vengano chiusi e sbarrati. Si stabiliscano posti di guardia per gli abitanti di Gerusalemme: ciascuno al suo posto, ciascuno di fronte alla propria casa".

4. La città era spaziosa e grande, ma dentro la gente era poca e non si fabbricavano case.

5. Il mio Dio mi suggerì di radunare i notabili, i magistrati e il popolo allo scopo di farne il censimento. Trovai il registro genealogico di coloro che erano tornati dall'esilio per primi. In esso trovai scritto:

6. "Questi sono gli abitanti della provincia che tornarono dall'esilio, coloro che Nabucodònosor, re di Babilonia, aveva esiliati e che erano tornati a Gerusalemme e in Giuda, ciascuno alla sua città.

7. Vennero con Zorobabele, Giosuè, Neemia, Azaria, Raamia, Nahamani, Mardocheo, Bilsan, Mispèret, Bigvai, Necum, Baana. Numero degli uomini del popolo d'Israele:

8. Figli di Pareos: duemilacentosettantadue.

9. Figli di Sefatia: trecentosettantadue.

10. Figli di Arach: seicentocinquantadue.

11. Figli di Paat-Moab, cioè i figli di Giosuè e di Ioab: duemilaottocentodiciotto.

12. Figli di Elam: milleduecentocinquantaquattro.

13. Figli di Zattu: ottocentoquarantacinque.

14. Figli di Zaccai: settecentosessanta.

15. Figli di Binnui: seicentoquarantotto.

16. Figli di Bebai: seicentoventotto.

17. Figli di Azgad: duemilatrecentoventidue.

18. Figli di Adonikam: seicentosessantasette.

19. Figli di Bigvai: duemilasessantasette.

20. Figli di Adin: seicentocinquantacinque.

21. Figli di Ater, cioè di Ezechia: novantotto.

22. Figli di Casum: trecentoventotto.

23. Figli di Bezai: trecentoventiquattro.

24. Figli di Carif: centododici.

25. Figli di Gabaon: novantacinque.

26. Uomini di Betlemme e di Netofa: centottantotto.

27. Uomini di Anatot: centoventotto.

28. Uomini di Bet-Azmavet: quarantadue.

29. Uomini di Kiriat-Iearim, di Chefira e di Beerot: settecentoquarantatré.

30. Uomini di Rama e di Gheba: seicentoventuno.

31. Uomini di Micmas: centoventidue.

32. Uomini di Betel e di Ai: centoventitré.

33. Uomini di un altro Nebo: cinquantadue.

34. Figli di un altro Elam: milleduecentocinquantaquattro.

35. Figli di Carim: trecentoventi.

36. Figli di Gerico: trecentoquarantacinque.

37. Figli di Lod, di Cadid e di Ono: settecentoventuno.

38. Figli di Senaa: tremilanovecentotrenta.

39. I sacerdoti: figli di Iedaia della casa di Giosuè: novecentosessantatré.

40. Figli di Immer: millecinquantadue.

41. Figli di Pascur: milleduecentoquarantasette.

42. Figli di Carim: millediciassette.

43. I leviti: figli di Giosuè, cioè di Kadmiel, di Binnui e di Odeva: settantaquattro.

44. I cantori: figli di Asaf: centoquarantotto.

45. I portieri: figli di Ater, figli di Talmon, figli di Akkub, figli di Catita, figli di Sobai: centotrentotto.

46. Gli oblati: figli di Zica, figli di Casufa, figli di Tabbaot,

47. figli di Keros, figli di Sia, figli di Padon,

48. figli di Lebana, figli di Agaba, figli di Salmai,

49. figli di Canan, figli di Ghiddel, figli di Gacar,

50. figli di Reaia, figli di Rezin, figli di Nekoda,

51. figli di Gazzam, figli di Uzza, figli di Paseach,

52. figli di Besai, figli dei Meunim, figli dei Nefisesim,

53. figli di Bakbuk, figli di Cakufa, figli di Carcur,

54. figli di Baslit, figli di Mechida, figli di Carsa,

55. figli di Barkos, figli di Sisara, figli di Temach,

56. figli di Neziach, figli di Catifa.

57. Discendenti dei servi di Salomone: figli di Sotai, figli di Soferet, figli di Perida,

58. figli di Iaala, figli di Darkon, figli di Ghiddel,

59. figli di Sefatia, figli di Cattil, figli di Pocheret-Azzebaim, figli di Amon.

60. Totale degli oblati e dei discendenti dei servi di Salomone: trecentonovantadue.

61. Ecco quelli che tornarono da Tel-Melach, da Tel-Carsa, da Cherub-Addon e da Immer e che non avevano potuto stabilire il loro casato per dimostrare che erano della stirpe di Israele:

62. figli di Delaia, figli di Tobia, figli di Nekoda: seicentoquarantadue.

63. Tra i sacerdoti: figli di Cobaia, figli di Akkos, figli di Barzillai, il quale aveva sposato una delle figlie di Barzillai il galaadita e fu chiamato con il loro nome.

64. Questi cercarono il loro registro genealogico, ma non lo trovarono e furono quindi esclusi dal sacerdozio;

65. il governatore ordinò loro di non mangiare cose santissime finché non si presentasse un sacerdote con urim e tummim.

66. La comunità nel suo totale era di quarantaduemilatrecentosessanta persone,

67. oltre ai loro schiavi e alle loro schiave in numero di settemilatrecentotrentasette. Avevano anche duecentoquarantacinque cantori e cantanti.

68. Avevano settecentotrentasei cavalli, duecentoquarantacinque muli,

69. quattrocentotrentacinque cammelli, seimilasettecentoventi asini.

70. Alcuni dei capifamiglia offrirono doni per la fabbrica. Il governatore diede al tesoro mille dracme d'oro, cinquanta coppe, cinquecentotrenta tuniche sacerdotali.

71. Alcuni capifamiglia donarono al tesoro per la costruzione ventimila dracme d'oro e duemiladuecento mine d'argento.

72. Il resto del popolo offrì ventimila dracme d'oro, duemila mine d'argento e sessantasette tuniche sacerdotali.

73. I sacerdoti, i leviti, i portinai, i cantori, una parte del popolo, gli oblati e tutti gl'Israeliti si stabilirono nelle loro città".



Livros sugeridos


“No tumulto das paixões terrenas e das adversidades, surge a grande esperança da misericórdia inexorável de Deus. Corramos confiantes ao tribunal da penitência onde Ele, com ansiedade paterna, espera-nos a todo instante.” São Padre Pio de Pietrelcina

Newsletter

Receba as novidades, artigos e noticias deste portal.