1. Allora Gesù si rivolse alle folle e ai suoi discepoli

2. dicendo: "Sulla cattedra di Mosè si sono assisi gli scribi e i farisei.

3. Fate e osservate ciò che vi dicono, ma non quello che fanno. Poiché dicono, ma non fanno.

4. Legano infatti pesi opprimenti, difficili a portarsi, e li impongono sulle spalle degli uomini; ma essi non li vogliono rimuovere neppure con un dito.

5. Fanno tutto per essere visti dagli uomini. Infatti fanno sempre più larghe le loro filatterie e più lunghe le frange;

6. amano i primi posti nei conviti e le prime file nelle sinagoghe;

7. amano essere salutati nelle piazze ed essere chiamati dalla gente rabbì".

8. "Ma voi non vi fate chiamare rabbì, poiché uno solo è fra voi il Maestro e tutti voi siete fratelli.

9. Nessuno chiamerete sulla terra vostro padre, poiché uno solo è il vostro Padre, quello celeste.

10. Non vi farete chiamare precettori, poiché uno solo è il vostro precettore, il Cristo.

11. Chi è il maggiore fra voi sarà vostro servitore.

12. Chi si esalterà sarà umiliato, e chi si umilierà sarà esaltato".

13. "Guai a voi, scribi e farisei ipocriti, che chiudete il regno dei cieli davanti agli uomini; infatti, voi non entrate e trattenete coloro che vorrebbero entrarci (

14. ).

15. Guai a voi, scribi e farisei ipocriti, poiché siete capaci di attraversare il mare e un intero continente per fare un solo proselito, e quando ci siete riusciti lo rendete figlio della Geenna il doppio di voi.

16. Guai a voi, guide cieche che dite: "Se uno giura per il tempio, è niente; se invece giura per l'oro del tempio, rimane obbligato".

17. Stolti e ciechi! Che cosa vale di più: l'oro o il tempio che rende sacro l'oro?

18. E dite ancora: "Se uno giura per l'altare, è niente; se invece giura per l'offerta che sta su di esso, rimane obbligato".

19. Ciechi, ma che cosa vale di più: l'offerta o l'altare che rende sacra l'offerta?

20. Chi dunque ha giurato per l'altare, fa giuramento per esso e per tutto ciò che si trova su di esso.

21. E chi ha giurato per il tempio, emette giuramento per esso e per Chi vi abita.

22. E chi ha giurato per il cielo, fa giuramento per il trono di Dio e per Colui che vi è assiso.

23. Guai a voi, scribi e farisei ipocriti, poiché pagate la decima sulla menta, sull'aneto e sul cumino e poi trascurate i precetti più gravi della legge, come la giustizia, la pietà, la fede. Queste cose bisognava osservare, pur senza trascurare quelle altre.

24. Guide cieche, che filtrate il moscerino, e ingoiate il cammello!

25. Guai a voi, scribi e farisei ipocriti, che pulite l'esterno della coppa e del piatto, e dentro rimangono pieni di rapina e d'immondizia.

26. Cieco fariseo, pulisci prima l'interno della coppa e poi anche l'esterno di essa sarà pulito.

27. Guai a voi, scribi e farisei ipocriti, poiché siete come sepolcri imbiancati che all'esterno appaiono belli a vedersi, dentro invece sono pieni di ossa di morti e di ogni putredine.

28. Così anche voi all'esterno apparite giusti davanti agli uomini, ma nell'interno siete pieni d'ipocrisia e d'iniquità.

29. Guai a voi, scribi e farisei ipocriti, poiché innalzate i sepolcri dei profeti e ornate i monumenti dei giusti

30. dicendo: "Se fossimo stati ai tempi dei nostri padri, non ci saremmo associati a loro nel versare il sangue dei profeti".

31. Così testimoniate, contro voi stessi, di essere figli di quelli che uccisero i profeti

32. e colmate la misura dei vostri padri!".

33. "Serpenti, razza di vipere, come sfuggirete al castigo della Geenna?

34. Per questo, ecco che io mando a voi profeti, sapienti e scribi. Ebbene, di essi, parte ne ucciderete mettendoli in croce, parte ne flagellerete nelle vostre sinagoghe e li perseguiterete di città in città.

35. Verrà così su di voi tutto il sangue innocente sparso sulla terra, dal sangue del giusto Abele fino a quello di Zaccaria figlio di Barachia, che uccideste fra il santuario e l'altare.

36. In verità vi dico: tutto ciò verrà su questa generazione.

37. Gerusalemme, Gerusalemme, che uccidi i profeti e lapidi quelli che ti sono mandati, quante volte ho tentato di raccogliere i tuoi figli, come la gallina raduna i suoi pulcini sotto le ali e voi non avete voluto!

38. Ecco: la vostra casa vi sarà lasciata deserta.

39. Vi dico infatti: da ora in poi non mi vedrete, fino a quando non direte: "Benedetto colui che viene nel nome del Signore!"".



Livros sugeridos


“Quanto maiores forem os dons, maior deve ser sua humildade, lembrando de que tudo lhe foi dado como empréstimo.” São Padre Pio de Pietrelcina

Newsletter

Receba as novidades, artigos e noticias deste portal.