1. et factum est cum esset in loco quodam orans ut cessavit dixit unus ex discipulis ejus ad eum Domine doce nos orare sicut et Johannes docuit discipulos suos

1. Un giorno Gesù si trovava in un luogo a pregare e quando ebbe finito uno dei discepoli gli disse: «Signore, insegnaci a pregare, come anche Giovanni ha insegnato ai suoi discepoli».

2. et ait illis cum oratis dicite Pater sanctificetur nomen tuum adveniat regnum tuum

2. Ed egli disse loro: «Quando pregate, dite: venga il tuo regno;

3. panem nostrum cotidianum da nobis cotidie

3. dacci ogni giorno il nostro pane quotidiano,

4. et dimitte nobis peccata nostra siquidem et ipsi dimittimus omni debenti nobis et ne nos inducas in temptationem

4. e perdonaci i nostri peccati, perché anche noi perdoniamo ad ogni nostro debitore, e non ci indurre in tentazione».

5. et ait ad illos quis vestrum habebit amicum et ibit ad illum media nocte et dicit illi amice commoda mihi tres panes

5. Poi aggiunse: «Se uno di voi ha un amico e va da lui a mezzanotte a dirgli: Amico, prestami tre pani,

6. quoniam amicus meus venit de via ad me et non habeo quod ponam ante illum

6. perché è giunto da me un amico da un viaggio e non ho nulla da mettergli davanti;

7. et ille de intus respondens dicat noli mihi molestus esse jam ostium clausum est et pueri mei mecum sunt in cubili non possum surgere et dare tibi

7. e se quegli dall'interno gli risponde: Non m'importunare, la porta è gia chiusa e i miei bambini sono a letto con me, non posso alzarmi per darteli;

8. dico vobis et si non dabit illi surgens eo quod amicus ejus sit propter inprobitatem tamen ejus surget et dabit illi quotquot habet necessarios

8. vi dico che, se anche non si alzerà a darglieli per amicizia, si alzerà a dargliene quanti gliene occorrono almeno per la sua insistenza.

9. et ego vobis dico petite et dabitur vobis quærite et invenietis pulsate et aperietur vobis

9. Ebbene io vi dico: Chiedete e vi sarà dato, cercate e troverete, bussate e vi sarà aperto.

10. omnis enim qui petit accipit et qui quærit invenit et pulsanti aperietur

10. Perché chi chiede ottiene, chi cerca trova, e a chi bussa sarà aperto.

11. quis autem ex vobis patrem petet panem numquid lapidem dabit illi aut piscem numquid pro pisce serpentem dabit illi

11. Quale padre tra voi, se il figlio gli chiede un pane, gli darà una pietra? O se gli chiede un pesce, gli darà al posto del pesce una serpe?

12. aut si petierit ovum numquid porriget illi scorpionem

12. O se gli chiede un uovo, gli darà uno scorpione?

13. si ergo vos cum sitis mali nostis bona data dare filiis vestris quanto magis Pater vester de cælo dabit spiritum bonum petentibus se

13. Se dunque voi, che siete cattivi, sapete dare cose buone ai vostri figli, quanto più il Padre vostro celeste darà lo Spirito Santo a coloro che glielo chiedono!».

14. et erat eiciens dæmonium et illud erat mutum et cum ejecisset dæmonium locutus est mutus et admiratæ sunt turbæ

14. Gesù stava scacciando un demonio che era muto. Uscito il demonio, il muto cominciò a parlare e le folle rimasero meravigliate.

15. quidam autem ex eis dixerunt in Beelzebub principe dæmoniorum eicit dæmonia

15. Ma alcuni dissero: «E' in nome di Beelzebùl, capo dei demòni, che egli scaccia i demòni».

16. et alii temptantes signum de cælo quærebant ab eo

16. Altri poi, per metterlo alla prova, gli domandavano un segno dal cielo.

17. ipse autem ut vidit cogitationes eorum dixit eis omne regnum in se ipsum divisum desolatur et domus supra domum cadet

17. Egli, conoscendo i loro pensieri, disse: «Ogni regno diviso in se stesso va in rovina e una casa cade sull'altra.

18. si autem et Satanas in se ipsum divisus est quomodo stabit regnum ipsius quia dicitis in Beelzebub eicere me dæmonia

18. Ora, se anche satana è diviso in se stesso, come potrà stare in piedi il suo regno? Voi dite che io scaccio i demòni in nome di Beelzebùl.

19. si autem ego in Beelzebub eicio dæmonia filii vestri in quo eiciunt ideo ipsi judices vestri erunt

19. Ma se io scaccio i demòni in nome di Beelzebùl, i vostri discepoli in nome di chi li scacciano? Perciò essi stessi saranno i vostri giudici.

20. porro si in digito Dei eicio dæmonia profecto prævenit in vos regnum Dei

20. Se invece io scaccio i demòni con il dito di Dio, è dunque giunto a voi il regno di Dio.

21. cum fortis armatus custodit atrium suum in pace sunt ea quæ possidet

21. Quando un uomo forte, bene armato, fa la guardia al suo palazzo, tutti i suoi beni stanno al sicuro.

22. si autem fortior illo superveniens vicerit eum universa arma ejus aufert in quibus confidebat et spolia ejus distribuit

22. Ma se arriva uno più forte di lui e lo vince, gli strappa via l'armatura nella quale confidava e ne distribuisce il bottino.

23. qui non est mecum adversum me est et qui non colligit mecum dispergit

23. Chi non è con me, è contro di me; e chi non raccoglie con me, disperde.

24. cum inmundus spiritus exierit de homine perambulat per loca inaquosa quærens requiem et non inveniens dicit revertar in domum meam unde exivi

24. Quando lo spirito immondo esce dall'uomo, si aggira per luoghi aridi in cerca di riposo e, non trovandone, dice: Ritornerò nella mia casa da cui sono uscito.

25. et cum venerit invenit scopis mundatam

25. Venuto, la trova spazzata e adorna.

26. et tunc vadit et adsumit septem alios spiritus nequiores se et ingressi habitant ibi et sunt novissima hominis illius pejora prioribus

26. Allora va, prende con sé altri sette spiriti peggiori di lui ed essi entrano e vi alloggiano e la condizione finale di quell'uomo diventa peggiore della prima».

27. factum est autem cum hæc diceret extollens vocem quædam mulier de turba dixit illi beatus venter qui te portavit et ubera quæ suxisti

27. Mentre diceva questo, una donna alzò la voce di mezzo alla folla e disse: «Beato il ventre che ti ha portato e il seno da cui hai preso il latte!».

28. at ille dixit quippini beati qui audiunt verbum Dei et custodiunt

28. Ma egli disse: «Beati piuttosto coloro che ascoltano la parola di Dio e la osservano!».

29. turbis autem concurrentibus cœpit dicere generatio hæc generatio nequam est signum quærit et signum non dabitur illi nisi signum Jonæ

29. Mentre le folle si accalcavano, Gesù cominciò a dire: «Questa generazione è una generazione malvagia; essa cerca un segno, ma non le sarà dato nessun segno fuorché il segno di Giona.

30. nam sicut Jonas fuit signum Ninevitis ita erit et Filius hominis generationi isti

30. Poiché come Giona fu un segno per quelli di Nìnive, così anche il Figlio dell'uomo lo sarà per questa generazione.

31. regina austri surget in judicio cum viris generationis hujus et condemnabit illos quia venit a finibus terræ audire sapientiam Salomonis et ecce plus Salomone hic

31. La regina del sud sorgerà nel giudizio insieme con gli uomini di questa generazione e li condannerà; perché essa venne dalle estremità della terra per ascoltare la sapienza di Salomone. Ed ecco, ben più di Salomone c'è qui.

32. viri ninevitæ surgent in judicio cum generatione hac et condemnabunt illam quia pænitentiam egerunt ad prædicationem Jonæ et ecce plus Jona hic

32. Quelli di Nìnive sorgeranno nel giudizio insieme con questa generazione e la condanneranno; perché essi alla predicazione di Giona si convertirono. Ed ecco, ben più di Giona c'è qui.

33. nemo lucernam accendit et in abscondito ponit neque sub modio sed supra candelabrum ut qui ingrediuntur lumen videant

33. Nessuno accende una lucerna e la mette in luogo nascosto o sotto il moggio, ma sopra il lucerniere, perché quanti entrano vedano la luce.

34. lucerna corporis tui est oculus tuus si oculus tuus fuerit simplex totum corpus tuum lucidum erit si autem nequam fuerit etiam corpus tuum tenebrosum erit

34. La lucerna del tuo corpo è l'occhio. Se il tuo occhio è sano, anche il tuo corpo è tutto nella luce; ma se è malato, anche il tuo corpo è nelle tenebre.

35. vide ergo ne lumen quod in te est tenebræ sint

35. Bada dunque che la luce che è in te non sia tenebra.

36. si ergo corpus tuum totum lucidum fuerit non habens aliquam partem tenebrarum erit lucidum totum et sicut lucerna fulgoris inluminabit te

36. Se il tuo corpo è tutto luminoso senza avere alcuna parte nelle tenebre, tutto sarà luminoso, come quando la lucerna ti illumina con il suo bagliore».

37. et cum loqueretur rogavit illum quidam Pharisæus ut pranderet apud se et ingressus recubuit

37. Dopo che ebbe finito di parlare, un fariseo lo invitò a pranzo. Egli entrò e si mise a tavola.

38. Pharisæus autem cœpit intra se reputans dicere quare non baptizatus esset ante prandium

38. Il fariseo si meravigliò che non avesse fatto le abluzioni prima del pranzo.

39. et ait Dominus ad illum nunc vos Pharisæi quod de foris est calicis et catini mundatis quod autem intus est vestrum plenum est rapina et iniquitate

39. Allora il Signore gli disse: «Voi farisei purificate l'esterno della coppa e del piatto, ma il vostro interno è pieno di rapina e di iniquità.

40. stulti nonne qui fecit quod de foris est etiam id quod de intus est fecit

40. Stolti! Colui che ha fatto l'esterno non ha forse fatto anche l'interno?

41. verumtamen quod superest date elemosynam et ecce omnia munda sunt vobis

41. Piuttosto date in elemosina quel che c'è dentro, ed ecco, tutto per voi sarà mondo.

42. sed væ vobis Pharisæis quia decimatis mentam et rutam et omne holus et præteritis judicium et caritatem Dei hæc autem oportuit facere et illa non omittere

42. Ma guai a voi, farisei, che pagate la decima della menta, della ruta e di ogni erbaggio, e poi trasgredite la giustizia e l'amore di Dio. Queste cose bisognava curare senza trascurare le altre.

43. væ vobis Pharisæis quia diligitis primas cathedras in synagogis et salutationes in foro

43. Guai a voi, farisei, che avete cari i primi posti nelle sinagoghe e i saluti sulle piazze.

44. væ vobis quia estis ut monumenta quæ non parent et homines ambulantes supra nesciunt

44. Guai a voi perché siete come quei sepolcri che non si vedono e la gente vi passa sopra senza saperlo».

45. respondens autem quidam ex legis peritis ait illi magister hæc dicens etiam nobis contumeliam facis

45. Uno dei dottori della legge intervenne: «Maestro, dicendo questo, offendi anche noi».

46. at ille ait et vobis legis peritis væ quia oneratis homines oneribus quæ portari non possunt et ipsi uno digito vestro non tangitis sarcinas

46. Egli rispose: «Guai anche a voi, dottori della legge, che caricate gli uomini di pesi insopportabili, e quei pesi voi non li toccate nemmeno con un dito!

47. væ vobis quia ædificatis monumenta prophetarum patres autem vestri occiderunt illos

47. Guai a voi, che costruite i sepolcri dei profeti, e i vostri padri li hanno uccisi.

48. profecto testificamini quod consentitis operibus patrum vestrorum quoniam quidem ipsi eos occiderunt vos autem ædificatis eorum sepulchra

48. Così voi date testimonianza e approvazione alle opere dei vostri padri: essi li uccisero e voi costruite loro i sepolcri.

49. propterea et sapientia Dei dixit mittam ad illos prophetas et apostolos et ex illis occident et persequentur

49. Per questo la sapienza di Dio ha detto: Manderò a loro profeti e apostoli ed essi li uccideranno e perseguiteranno;

50. ut inquiratur sanguis omnium prophetarum qui effusus est a constitutione mundi a generatione ista

50. perché sia chiesto conto a questa generazione del sangue di tutti i profeti, versato fin dall'inizio del mondo,

51. a sanguine Abel usque ad sanguinem Zacchariæ qui periit inter altare et ædem ita dico vobis requiretur ab hac generatione

51. dal sangue di Abele fino al sangue di Zaccaria, che fu ucciso tra l'altare e il santuario. Sì, vi dico, ne sarà chiesto conto a questa generazione.

52. væ vobis legis peritis quia tulistis clavem scientiæ ipsi non introistis et eos qui introibant prohibuistis

52. Guai a voi, dottori della legge, che avete tolto la chiave della scienza. Voi non siete entrati, e a quelli che volevano entrare l'avete impedito».

53. cum hæc ad illos diceret cœperunt Pharisæi et legis periti graviter insistere et os ejus opprimere de multis

53. Quando fu uscito di là, gli scribi e i farisei cominciarono a trattarlo ostilmente e a farlo parlare su molti argomenti,

54. insidiantes et quærentes capere aliquid ex ore ejus ut accusarent eum

54. tendendogli insidie, per sorprenderlo in qualche parola uscita dalla sua stessa bocca.





“A sua função é tirar e transportar as pedras, e arrancar os espinhos. Jesus é quem semeia, planta, cultiva e rega. Mas seu trabalho também é obra de Jesus. Sem Ele você nada pode fazer.” São Padre Pio de Pietrelcina