Gefunden 524 Ergebnisse für: regno

  • Perciò il Signore disse a Salomone: "Poiché ti sei comportato così e non hai osservato la mia alleanza e gli statuti che ti avevo imposto, ti strapperò il regno e lo darò al tuo servo. (Re 1 11, 11)

  • Inoltre non strapperò tutto il regno, ma darò a tuo figlio una tribù, in considerazione di Davide mio servo e di Gerusalemme che ho scelto". (Re 1 11, 13)

  • bE Adàd ritornò alla sua terra. Ecco il male che Adàd fece: nutrì avversione per Israele e regnò su Edom. (Re 1 11, 25)

  • Poi disse a Geroboamo: "Prenditi dieci pezzi, perché così dice il Signore: "Ecco, strapperò il regno dalla mano di Salomone e darò a te dieci tribù. (Re 1 11, 31)

  • A lui però non toglierò di mano il regno, perché l'ho costituito principe per tutto il tempo di sua vita, in considerazione di Davide mio servo, che ho scelto e che ha custodito i miei comandamenti e i miei statuti. (Re 1 11, 34)

  • Toglierò invece il regno di mano a suo figlio e darò a te dieci tribù, (Re 1 11, 35)

  • Il tempo in cui Salomone regnò in Gerusalemme su tutto Israele fu di quarant'anni. (Re 1 11, 42)

  • Poi Salomone si addormentò con i suoi padri e fu sepolto nella Città di Davide, suo padre. Suo figlio Roboamo regnò al suo posto. (Re 1 11, 43)

  • ma sui figli d'Israele che abitavano nelle città di Giuda regnò Roboamo. (Re 1 12, 17)

  • Roboamo giunse a Gerusalemme e convocò l'intera casa di Davide e la tribù di Beniamino, centottantamila guerrieri scelti, per fare guerra alla casa d'Israele e per restituire il regno a Roboamo, figlio di Salomone. (Re 1 12, 21)

  • Geroboamo pensò pure in cuor suo: "Stando così le cose, il regno ritornerà alla casa di Davide; (Re 1 12, 26)

  • ho strappato il regno dalla casa di Davide e l'ho dato a te, ma tu non sei stato come il mio servo Davide che ha custodito i miei precetti e mi ha seguito con tutto il cuore, facendo solo ciò che è retto ai miei occhi. (Re 1 14, 8)


“Se precisamos ter paciência para suportar os defeitos dos outros, quanto mais ainda precisamos para tolerar nossos próprios defeitos!” São Padre Pio de Pietrelcina