1. Non è forse la sapienza che chiama? L'intelligenza non fa sentir la voce?

2. In cima alle alture, lungo la strada, agli incroci delle vie ella si pone;

3. accanto alle porte, all'ingresso dei villaggi, sulle vie di scorrimento grida:

4. "Voi, uomini, io chiamo, grido ai figli dell'uomo.

5. Imparate, ingenui, la prudenza, voi, insensati, diventate giudiziosi!

6. Ascoltate, perché cose importanti io dirò, ciò che le mie labbra proferiscono è retto.

7. Cose vere pronunzia il mio palato, abominio delle mie labbra è l'empietà.

8. Giuste sono tutte le parole della mia bocca, niente c'è in esse di tortuoso e perverso.

9. Tutte sono sincere per chi le sa comprendere, rette per chi ha trovato la scienza.

10. Accogliete la mia istruzione, non l'argento, la scienza invece dell'oro fino.

11. Sì, la sapienza è migliore delle perle, quanto può desiderarsi non l'eguaglia.

12. Io, sapienza, abito insieme alla prudenza, ho trovato la scienza dei consigli.

13. Il timore del Signore è l'odio del male. Superbia, orgoglio, cattiva condotta e bocca perversa io li odio.

14. A me il consiglio e l'abilità, io sono l'intelligenza, a me la forza.

15. Per me i re regnano, i capi amministrano la giustizia;

16. per me i prìncipi governano, i nobili giudicano la terra.

17. Io amo coloro che mi amano; coloro che mi cercano, mi trovano.

18. Ricchezza e gloria sono con me, i beni che perdurano e la giustizia.

19. Il mio frutto è migliore dell'oro, quello fino, i miei prodotti preferibili all'argento puro.

20. Nella via della giustizia io cammino, nei sentieri del diritto,

21. per provvedere a chi mi ama il bene, riempire i suoi tesori.

22. Il Signore mi ha creata all'inizio del suo operare, prima delle sue opere più antiche.

23. Dall'eternità sono stata costituita, dall'inizio, prima dei primordi della terra.

24. Quando non c'erano gli abissi io fui partorita, quando non c'erano le sorgenti delle acque profonde.

25. Prima che le montagne fossero piantate, prima delle colline io fui partorita;

26. ancora non aveva fatto la terra e le campagne e i primi elementi della terra.

27. Quando fissò il cielo, io ero là, quando stabilì il firmamento sopra la faccia dell'abisso.

28. Quando condensò le nuvole del cielo, quando chiuse le sorgenti dell'abisso.

29. Quando impose al mare la sua legge, che le acque non trasgredissero la sua parola; quando fissò i fondamenti della terra,

30. io ero al suo fianco, come ordinatrice, io ero la sua delizia giorno per giorno, godendo alla sua presenza sempre,

31. godendo sul suolo della terra e mia delizia erano i figli dell'uomo.

32. E ora, figli, ascoltatemi! Felici quelli che osservano le mie vie.

33. Ascoltate l'ammonimento e siate saggi, non lo trascurate!

34. Felice l'uomo che mi ascolta, vegliando alle mie porte ogni giorno, custodendone i battenti!

35. Sì! Chi trova me, trova la vita, e incontrerà la benevolenza del Signore.

36. Ma chi mi offende, distrugge se stesso: tutti coloro che mi odiano, amano la morte!



Livros sugeridos


“Não abandone sua alma à tentação, diz o Espírito Santo, já que a alegria do coração é a vida da alma e uma fonte inexaurível de santidade.” São Padre Pio de Pietrelcina

Newsletter

Receba as novidades, artigos e noticias deste portal.