1. Non invidiare i malvagi e non desiderare di stare con loro,

2. ché il loro cuore medita rovina, le loro labbra parlano di misfatti.

3. Con la saggezza si edifica la casa, con l'intelligenza si sostiene

4. e con la scienza si riempiono le stanze d'ogni ricchezza pregevole e piacevole.

5. Val più un uomo saggio che uno forte, un uomo di scienza che uno valido di muscoli;

6. ché con saggi consigli si può far la guerra e la salvezza sta nel numero dei consiglieri.

7. Una montagna è per lo stolto la sapienza; alla porta non apre mai la bocca.

8. Colui che pensa a fare il male lo si chiama intrigante raffinato.

9. Trama dello stolto è il peccato, obbrobrio degli uomini è il beffardo.

10. Se ti lasci andare nel giorno dell'angoscia, il tuo coraggio si riduce a poco.

11. Libera i destinati alla morte, coloro che vanno al supplizio salva.

12. Che se dici: "Ecco, non lo sapevamo!", forse chi pesa i cuori non ha intelligenza? Colui che custodisce la tua anima non lo sa? Egli darà a ciascuno secondo le sue opere.

13. Mangia, figlio mio, il miele, perché è buono; una goccia di miele è dolce al tuo palato;

14. così, devi saperlo, è la sapienza per la tua anima: se tu la trovi, ci sarà un domani; la tua speranza non sarà distrutta.

15. Non insidiare, malvagio, l'abitazione del giusto, non saccheggiare dove si riposa;

16. ché sette volte il giusto cade e si rialza, invece gli empi piombano nella sventura.

17. Quando il tuo nemico cade, non gioire, quando vacilla, il tuo cuore non esulti!

18. Ché non veda il Signore e gli dispiaccia e allontani da lui la sua ira!

19. Non ti scaldare per chi fa il male, non irritarti per gli empi;

20. per il malvagio non c'è l'avvenire, la lampada degli empi si estingue.

21. Temi il Signore, figlio mio, e il sovrano; con i novatori non aver che fare;

22. all'improvviso infatti si leva la loro sventura e la rovina d'ambedue chi la conosce?

23. Anche queste sono parole dei saggi. Far preferenze in giudizio non è bene.

24. Chi dice all'empio: "Tu sei giusto", lo maledicono i popoli, lo odiano le nazioni.

25. Ma a coloro che fanno giustizia andrà bene, su di loro scenderà una benedizione lieta.

26. Dà un bacio sulle labbra chi parla con franchezza.

27. Fissa prima ciò di cui hai bisogno, preparalo quindi nel tuo campo e poi costruirai la tua casa.

28. Non testimoniare a cuor leggero contro il prossimo, non ingannare con le tue labbra.

29. Non dire: "Come ha fatto a me, farò a lui; io gli renderò secondo quel che ha fatto!".

30. Presso il campo del pigro son passato, presso la vigna d'un uomo fannullone.

31. Ecco: dovunque crescevano le ortiche, le spine coprivano il suolo e la siepe di pietra era crollata.

32. Io guardai e riflettei dentro di me, osservai e ricavai una lezione:

33. un poco dormire, un poco appisolarsi, un poco incrociar le mani per sdraiarsi,

34. e come un giramondo viene la tua miseria, la tua indigenza come un uomo armato.



Livros sugeridos


“Pode-se manter a paz de espírito mesmo no meio das tempestades da vida”. São Padre Pio de Pietrelcina

Newsletter

Receba as novidades, artigos e noticias deste portal.