1. I figli di Ruben e i figli di Gad avevano una quantità grande di bestiame: quando videro che la terra di Iazer e la terra di Galaad era un posto da bestiame,

2. i figli di Gad e i figli di Ruben vennero a dire a Mosè, al sacerdote Eleazaro e ai capi della comunità:

3. "Atarot, Dibon, Iazer, Nimra, Chesbon, Eleale, Sebam, Nebo e Beon,

4. terre che il Signore ha colpito davanti alla comunità d'Israele, sono terre per bestiame, e i tuoi servi hanno molto bestiame".

5. Soggiunsero: "Se abbiamo trovato grazia ai tuoi occhi, sia data questa terra ai tuoi servi in possesso: non farci passare il Giordano".

6. Mosè disse ai figli di Gad e ai figli di Ruben: "I vostri fratelli andrebbero forse in guerra e voi stareste qui?

7. Perché distogliete il cuore dei figli d'Israele dal passare alla terra che il Signore vi ha dato?

8. Così fecero i vostri padri, quando li mandai da Kades-Barnea a vedere la terra:

9. salirono fino alla valle di Escol, videro la terra e distolsero il cuore dei figli d'Israele dall'entrare nella terra che il Signore aveva dato a loro.

10. In quel giorno lo sdegno del Signore divampò e giurò dicendo:

11. "Gli uomini che sono saliti dall'Egitto, dai vent'anni in su, non vedranno mai il suolo che ho giurato ad Abramo, Isacco e Giacobbe, poiché non mi hanno seguito completamente,

12. eccetto Caleb, figlio di Iefunne, kenezita, e Giosuè, figlio di Nun, che seguirono il Signore completamente".

13. Lo sdegno del Signore divampò contro Israele e li fece errare nel deserto per quarant'anni, fino all'estinzione di tutta la generazione che aveva fatto il male agli occhi del Signore.

14. Ed ecco che insorgete al posto dei vostri padri, genìa di uomini peccatori, per aumentare ancora lo sdegno del Signore contro Israele:

15. perché, se vi distogliete da lui, lo farà ancora stare nel deserto e porterete alla perdizione tutto questo popolo".

16. Quelli si avvicinarono a lui e dissero: "Per il nostro bestiame costruiremo qui recinti e città per i nostri fanciulli,

17. ma noi ci terremo armati di fronte ai figli d'Israele, finché non li avremo portati al loro luogo: i nostri figli staranno nelle città fortificate, separati dagli abitanti del paese.

18. Non torneremo alle nostre città finché i figli d'Israele non avranno ricevuto la loro eredità,

19. perché non erediteremo con loro al di là del Giordano e oltre: poiché la nostra eredità ci è toccata da questa parte del Giordano, a oriente".

20. Mosè disse loro: "Se farete queste cose: vi armerete davanti al Signore per la guerra,

21. ogni armato tra voi passerà il Giordano davanti al Signore, finché avrà scacciato i suoi nemici davanti a lui

22. e la terra sarà stata soggiogata davanti al Signore, e poi tornerete, sarete innocenti davanti al Signore e a Israele e avrete questa terra, come vostro possesso davanti al Signore.

23. Se voi non farete così, peccherete contro il Signore, e sappiate che i vostri peccati vi raggiungeranno.

24. Costruite dunque città per i vostri figli e recinti per le vostre pecore, ma fate quello che la vostra bocca ha promesso".

25. I figli di Gad e i figli di Ruben dissero a Mosè: "I tuoi servi faranno come ordina il mio signore.

26. I nostri figli, le nostre donne, i nostri armenti e tutto il nostro bestiame rimarranno nelle città di Galaad,

27. e i tuoi servi, ogni armato dell'esercito, passerà davanti al Signore in guerra, come dice il mio signore".

28. Mosè diede ordini per loro al sacerdote Eleazaro, a Giosuè, figlio di Nun e ai capifamiglia delle tribù dei figli d'Israele.

29. Mosè disse loro: "Se i figli di Gad e i figli di Ruben, tutti gli armati per la guerra, passeranno con voi il Giordano davanti al Signore, e la terra sarà soggiogata davanti a voi, darete loro il paese di Galaad in possesso.

30. Ma se non passeranno armati con voi, si prenderanno il possesso in mezzo a voi nella terra di Canaan".

31. I figli di Gad e i figli di Ruben risposero: "Quello che il Signore ha detto ai tuoi servi noi lo faremo:

32. passeremo armati davanti al Signore nella terra di Canaan, ma la proprietà della nostra eredità resti per noi oltre il Giordano".

33. Mosè diede ai figli di Gad, ai figli di Ruben e a metà tribù di Manasse, figlio di Giuseppe, il regno di Sicon, re amorreo, e il regno di Og, re di Basan, la terra con le sue città comprese entro i confini, le città della terra che si stendeva intorno.

34. I figli di Gad costruirono Dibon, Atarot, Aroer,

35. Aterot-Sofan, Iazer, Iogbea,

36. Bet-Nimra, Bet-Aran, città fortificate e recinti per pecore.

37. I figli di Ruben costruirono Chesbon, Eleale, Kiriataim,

38. Nebo, Baal-Meon, i cui nomi furono cambiati, e Sibma: e diedero il nome alle città che costruirono.

39. I figli di Machir, figlio di Manasse, andarono nel Galaad, lo presero scacciando l'Amorrita che vi si trovava.

40. Mosè diede il Galaad a Machir, figlio di Manasse, che vi abitò.

41. Iair, figlio di Manasse, andò, prese i loro villaggi, e li chiamò villaggi di Iair.

42. Poi Nobach andò e prese Kenat e le sue dipendenze e la chiamò Nobach.



Livros sugeridos


“Onde não há obediência, não há virtude. Onde não há virtude, não há bem, não há amor; e onde não há amor, não há Deus; e sem Deus não se chega ao Paraíso. Tudo isso é como uma escada: se faltar um degrau, caímos”. São Padre Pio de Pietrelcina

Newsletter

Receba as novidades, artigos e noticias deste portal.