1. Il Signore parlò a Mosè dopo che i due figli di Aronne erano morti mentre presentavano la loro offerta alla presenza del Signore.

2. Il Signore disse a Mosè: "Parla ad Aronne tuo fratello e digli di non venire in qualsiasi momento nel santuario, dietro il velo, davanti al propiziatorio che sta sull'arca, affinché non muoia, perché nella nuvola mi manifesterò sul propiziatorio.

3. Ecco come verrà nel santuario: con un giovenco per il sacrificio espiatorio e un montone per l'olocausto;

4. rivestirà una tunica di lino consacrata e metterà aderenti alla pelle i calzoni di lino, si cingerà una cintura di lino e si avvolgerà un turbante di lino. Sono le vesti sacre che indosserà dopo essersi lavato con acqua.

5. Dalla comunità d'Israele prenderà due capri per il sacrificio espiatorio e un montone per l'olocausto.

6. Aronne offrirà il giovenco del suo sacrificio espiatorio e compirà il rito espiatorio per se stesso e per la sua casa.

7. Prenderà i due capri e li porrà alla presenza del Signore, all'ingresso della tenda del convegno

8. e tirerà a sorte i due capri, destinandone uno per il Signore e uno per Azazel.

9. Aronne offrirà il capro su cui è caduta la sorte "per il Signore" e con esso farà il sacrificio espiatorio.

10. Il capro su cui è caduta la sorte "per Azazel" lo porrà vivo alla presenza del Signore, per fare su di esso il rito espiatorio, e lo manderà ad Azazel nel deserto.

11. Aronne offrirà il giovenco del suo sacrificio espiatorio e compirà il rito espiatorio per se stesso e per la sua casa, e immolerà il giovenco del suo sacrificio espiatorio.

12. Riempirà un incensiere di carboni accesi presi dall'altare, dalla presenza del Signore, e due manciate piene d'incenso in polvere e porterà tutto dietro il velo;

13. metterà l'incenso sul fuoco, alla presenza del Signore, la nuvola d'incenso coprirà il propiziatorio che sta sulla testimonianza e non morrà.

14. Prenderà un po' del sangue del giovenco e con il dito farà l'aspersione sopra il propiziatorio, verso oriente, e davanti al propiziatorio farà con il dito, per sette volte, l'aspersione col sangue.

15. Immolerà il capro del sacrificio espiatorio per il popolo e ne porterà il sangue dietro il velo e farà del suo sangue quello che ha fatto del sangue del giovenco: lo aspergerà sul propiziatorio e davanti al propiziatorio.

16. Compirà così il rito espiatorio per il santuario, purificandolo dalle impurità dei figli d'Israele e dalle trasgressioni di ogni loro peccato, e lo stesso farà per la tenda del convegno, che dimora con loro in mezzo alle loro impurità.

17. Nessuno si trovi nella tenda del convegno da quando egli entra per compiere il rito espiatorio nel santuario fino a quando ne esce. Quando avrà compiuto il rito espiatorio per se stesso e per la sua casa e per tutta la comunità d'Israele,

18. esca verso l'altare che sta davanti al Signore e faccia su di esso il rito espiatorio; prenda un po' del sangue del giovenco e un po' del sangue del capro e lo metta sui corni intorno all'altare;

19. con il dito faccia su di esso l'aspersione sette volte; così lo avrà purificato e consacrato, togliendo le impurità dei figli d'Israele.

20. Quando avrà finito di compiere il rito espiatorio per il santuario e per la tenda del convegno e per l'altare, faccia avvicinare il capro vivo.

21. Aronne imponga tutte e due le mani sulla testa del capro vivo e confessi su di esso tutte le iniquità dei figli d'Israele e tutte le trasgressioni di ogni loro peccato; le metta sulla testa del capro e lo mandi nel deserto, per mezzo di un uomo che è a disposizione.

22. Il capro prenderà su di sé tutte le loro iniquità, portandole verso una regione arida. Quando avrà mandato il capro nel deserto,

23. Aronne vada nella tenda del convegno, si tolga le vesti di lino che ha rivestito entrando nel santuario e le lasci lì;

24. si lavi con acqua in luogo sacro e rimetta le sue vesti. Esca e offra l'olocausto suo e l'olocausto del popolo, e compia il rito espiatorio per se stesso e per il popolo;

25. il grasso del sacrificio espiatorio lo faccia fumare sull'altare.

26. Colui che ha condotto il capro ad Azazel sciacqui le sue vesti e si lavi con acqua e dopo di ciò torni al campo.

27. Il giovenco del sacrificio espiatorio e il capro del sacrificio espiatorio, di cui ha portato il sangue nel santuario per compiere il rito espiatorio, li porti fuori del campo, e la loro pelle, la loro carne e i loro escrementi siano bruciati col fuoco.

28. Colui che li brucia sciacqui le sue vesti e si lavi con acqua e dopo torni al campo.

29. Sia questa per voi legge eterna. Nel mese settimo, il dieci del mese, digiunate e non fate nessun lavoro, né il cittadino né il residente che abita in mezzo a voi;

30. infatti in questo giorno si compie su di voi il rito espiatorio per rendervi puri; di tutti i vostri peccati sarete purificati alla presenza del Signore.

31. Riposo completo sia per voi, e digiunate. E' legge eterna.

32. Il sacerdote che è stato consacrato e le cui mani sono state riempite per compiere il servizio sacerdotale al posto di suo padre, compia il rito espiatorio e indossi le vesti di lino, vesti sacre.

33. Compia il rito espiatorio per il santuario consacrato e per la tenda del convegno e per l'altare, e compia il rito espiatorio per i sacerdoti e per tutto il popolo della comunità.

34. Sia questa per voi legge eterna: compiere una volta l'anno il rito espiatorio per i figli d'Israele, togliendo tutti i loro peccati". E si fece come aveva comandato il Signore a Mosè.



Livros sugeridos


“Esforce-se, mesmo se for um pouco, mas sempre…” São Padre Pio de Pietrelcina

Newsletter

Receba as novidades, artigos e noticias deste portal.