1. Ascolta, dunque, Giobbe, le mie parole, presta orecchio a tutti i miei detti!

2. Ecco, apro la mia bocca, parla la mia lingua entro il mio palato.

3. Parlo con cuore sincero; le mie labbra diranno la pura verità.

4. Lo spirito di Dio mi ha fatto, e il soffio dell'Onnipotente mi ha dato la vita.

5. Se puoi, rispondimi; preparati pure a resistermi.

6. Ecco, io sono tuo eguale davanti a Dio; anch'io sono stato tratto dal fango.

7. Così non avrai timore di me, né graverà su di te la mia autorità.

8. Tu hai ben detto alle mie orecchie, e ho udito il suono delle tue parole:

9. "Puro sono io, senza peccato, sono innocente, non ho colpa!

10. Eppure Dio trova pretesti contro di me, e mi considera come suo nemico;

11. pone in ceppi i miei piedi e scruta tutti i miei passi".

12. Ebbene, in questo non hai ragione, io ti rispondo, perché Dio è più grande dell'uomo.

13. Perché gli hai intentato un processo, dato che non risponde ad ogni tua parola?

14. Dio sa parlare in un modo o in un altro e nessuno fa attenzione:

15. nel sogno, in una visione notturna, quando il torpore piomba sugli uomini, addormentati nel loro giaciglio.

16. Allora egli apre l'orecchio degli uomini e vi sigilla gli avvertimenti che rivolge loro,

17. per distogliere l'uomo dalle sue cattive azioni e preservare il mortale dall'orgoglio,

18. per impedirgli di cadere nella fossa e di passare il canale.

19. Lo corregge pure sul suo letto con il dolore e con l'incessante tortura delle sue ossa,

20. quando ha nausea del cibo e gli ripugna la vivanda delicata;

21. quando la sua carne si consuma a vista d'occhio e le ossa, che non si vedevano prima, spuntano fuori.

22. Allora la sua esistenza si avvicina alla fossa e la sua vita agli sterminatori.

23. Se c'è con lui un angelo, un solo intercessore tra mille, per annunciare all'uomo il suo dovere,

24. che abbia compassione di lui e dica: "Preservalo dallo scendere nella fossa; ho trovato per lui il riscatto!".

25. Allora la sua carne sarà più florida che in gioventù, tornerà ai giorni della sua adolescenza;

26. invocherà Dio che gli sarà propizio, gridando di gioia vedrà la sua faccia; canterà agli uomini la propria salvezza.

27. Rivolgendosi agli uomini dirà: "Ho peccato e violato la giustizia, ma Dio non si è comportato con me come meritavo.

28. Mi ha scampato dalla fossa e la mia vita contempla la luce".

29. Ecco, Dio fa tutto questo, due volte, tre volte con l'uomo,

30. per sottrarlo vivo dalla fossa e illuminarlo con la luce dei viventi.

31. Giobbe, sta' attento, ascoltami, sta' in silenzio e io parlerò.

32. Se hai qualcosa da dire, rispondimi; parla, perché vorrei darti ragione.

33. Se non ne hai, ascoltami; taci, e io ti insegnerò la sapienza".



Livros sugeridos


O Pai celeste está sempre disposto a contentá-lo em tudo o que for para o seu bem”. São Padre Pio de Pietrelcina

Newsletter

Receba as novidades, artigos e noticias deste portal.