1. Se dunque c'è un appello pressante in Cristo, un incoraggiamento ispirato dall'amore, una comunione di spirito, un cuore compassionevole,

2. ricolmatemi di gioia andando d'accordo, praticando la stessa carità con unanimità d'intenti, nutrendo i medesimi sentimenti.

3. Non fate niente per ambizione né per vanagloria, ma con umiltà ritenete gli altri migliori di voi;

4. non mirando ciascuno ai propri interessi, ma anche a quelli degli altri.

5. Coltivate in voi questi sentimenti che furono anche in Cristo Gesù:

6. il quale, essendo per natura Dio, non stimò un bene irrinunciabile l'essere uguale a Dio,

7. ma annichilì se stesso prendendo natura di servo, diventando simile agli uomini; e apparso in forma umana

8. si umiliò facendosi obbediente fino alla morte e alla morte in croce.

9. Per questo Dio lo ha sopraesaltato ed insignito di quel nome che è superiore a ogni nome,

10. affinché, nel nome di Gesù, si pieghi ogni ginocchio, degli esseri celesti, dei terrestri e dei sotterranei

11. e ogni lingua proclami, che Gesù Cristo è Signore, a gloria di Dio Padre.

12. Così, o miei diletti, essendo stati sempre docili non solo quando ero presente, ma molto più ora che sono lontano da voi, con timore e tremore lavorate alla vostra salvezza.

13. E' Dio infatti colui che suscita tra voi il volere e l'agire in vista dei suoi amabili disegni.

14. Fate tutto senza mormorazioni e contestazioni,

15. affinché siate irreprensibili e illibati, figli di Dio immacolati in mezzo a una generazione tortuosa e sviata, in seno alla quale voi brillate come astri nell'universo,

16. tenendo alta la parola di vita. Così potrò vantarmi per il giorno di Cristo perché non ho corso né faticato invano.

17. Ma anche se il mio sangue venisse versato sul sacrificio e l'offerta della vostra fede, io gioisco e godo con tutti voi;

18. allo stesso modo gioite anche voi e godete insieme a me.

19. Spero intanto nel Signore Gesù di inviarvi ben presto Timoteo, affinché anch'io, informato sulla vostra situazione, possa essere di buon animo.

20. Non ho nessuno che abbia gli stessi suoi sentimenti, che realmente si preoccupi della vostra situazione.

21. Tutti infatti badano ai loro interessi e non a quelli di Cristo Gesù.

22. Voi conoscete la sua sperimentata virtù: come un figlio verso il padre, si è dedicato insieme a me al servizio del vangelo.

23. Spero d'inviare lui appena avrò visto la piega che prenderà la mia causa.

24. Ho fiducia nel Signore di venire presto io stesso.

25. Ho ritenuto necessario per ora mandare da voi Epafrodito, mio fratello, collaboratore e compagno d'armi, vostro inviato e assistente nelle mie necessità,

26. perché aveva un gran desiderio di tutti voi ed era afflitto perché avevate saputo della sua infermità.

27. Si ammalò infatti e poco mancò che morisse; ma Dio ebbe pietà di lui, e non solo di lui, ma anche di me; così non si accumularono le mie afflizioni.

28. Perciò ne ho anticipata la partenza, affinché, vedendolo, vi rallegriate di nuovo e io sia meno triste.

29. Accoglietelo dunque nel Signore con grande festa; onorate le persone come lui,

30. perché per l'opera di Cristo rischiò la morte, mettendo a repentaglio la sua vita per supplire al servizio che non potevate prestarmi voi.



Livros sugeridos


“Nunca se canse de rezar e de ensinar a rezar.” São Padre Pio de Pietrelcina

Newsletter

Receba as novidades, artigos e noticias deste portal.