1. In quel tempo il Signore mi disse: "Taglia due tavole di pietra come le prime e sali da me sul monte; costruisci anche un'arca di legno.

2. Scriverò sulle tavole le parole che si trovavano sulle prime tavole che tu hai spezzato e tu le metterai nell'arca".

3. Feci dunque un'arca di legno di acacia, tagliai le due tavole di pietra come le prime e salii sul monte con le due tavole in mano.

4. Il Signore scrisse sulle tavole com'era scritto prima, le dieci parole che vi aveva detto sul monte, in mezzo al fuoco, nel giorno dell'assemblea, e me le consegnò.

5. Io mi voltai, discesi dal monte e collocai le tavole nell'arca che avevo fatto: qui esse restarono come mi aveva ordinato il Signore.

6. I figli di Israele partirono dai pozzi dei figli di Iaakan per Mosera; qui Aronne morì e fu sepolto; divenne sacerdote Eleazaro suo figlio al suo posto.

7. Di là partirono per Gudgoda, e da Gudgoda per Iotbata, terra dai torrenti d'acqua.

8. In quel tempo il Signore destinò la tribù di Levi a portare l'arca dell'alleanza del Signore, a stare dinanzi a lui, a servirlo e a benedire nel suo nome, com'è ancora oggi.

9. Perciò Levi non ha parte né eredità con i fratelli: il Signore è la sua eredità, come gli aveva detto il Signore tuo Dio.

10. Io rimasi sul monte come la prima volta quaranta giorni e quaranta notti. Il Signore mi ascoltò anche questa volta e non ti distrusse.

11. Il Signore mi disse: "Alzati, va' a metterti alla testa di questo popolo, perché vadano a conquistare la terra che ho giurato ai loro padri di dare loro".

12. Ora, o Israele, che cosa chiede a te il Signore tuo Dio se non di temere il Signore tuo Dio, di seguire tutte le sue vie, di amarlo, di servire il Signore tuo Dio con tutto il tuo cuore e con tutta la tua anima,

13. di osservare i precetti del Signore e le prescrizioni che oggi ti ordino per il tuo bene?

14. Ecco, il cielo e i cieli dei cieli, la terra e quanto è in essa appartengono al Signore tuo Dio;

15. tuttavia il Signore si è unito ai tuoi padri per amor loro e ha scelto fra tutti i popoli la loro discendenza dopo di loro, cioè voi, com'è ancora oggi.

16. Circoncidete il vostro cuore e non gonfiate più il vostro collo,

17. perché il Signore vostro Dio, lui è il Dio degli dèi, il Signore dei signori, il Dio grande, forte e terribile che non fa preferenza di persona né prende regali,

18. che fa giustizia all'orfano e alla vedova, ama il forestiero e gli dà pane e vestito.

19. Amate dunque il forestiero, perché anche voi siete stati forestieri nella terra d'Egitto.

20. Temerai il Signore tuo Dio, lui servirai, ti legherai a lui e nel suo nome giurerai.

21. Egli è la tua lode, Egli è il tuo Dio, che ha compiuto con te quelle cose grandi e terribili che videro i tuoi occhi.

22. In settanta persone sono discesi i tuoi padri in Egitto, e ora il Signore tuo Dio ti ha reso numeroso come le stelle del cielo.



Livros sugeridos


“O medo excessivo nos faz agir sem amor, mas a confiança excessiva não nos deixa considerar o perigo que vamos enfrentar”. São Padre Pio de Pietrelcina

Newsletter

Receba as novidades, artigos e noticias deste portal.